sixty nine + = seventy eight

La compilation, intitolata “Break The Silence”, è stata creata e pubblicata da Campaign Zero, ed è ora disponibile online su varie piattaforme.

La musica è stata più volte utilizzata per sensibilizzare gli ascoltatori su tematiche difficili, come ad esempio il disagio sociale nelle periferie urbane, il razzismo o la violenza. Il razzismo, in particolare, sembra essere una tematica molto difficile da eradicare, specialmente che sociologi ed esperti politologi di tutto il mondo concordano a definirlo, in alcuni casi, “istituzionale”.

A ciò si aggiungono le recenti vicende che vedono coinvolti giovani appartenenti a minoranze etniche in scontri contro le forze di polizia. Queste ultime, ancora, nella maggior parte dei casi usano metodi eccessivamente violenti, con esiti raccapriccianti.

Campaign Zero, organizzazione no profit che ha fatto di raccolta e realizzazione di proposte di riforma della polizia statunitense la sua missione primaria, ha cercato di raggiungere anche le anime delle persone legate alla club culture, con una nuova compilation appena pubblicata.

compilation

La compilation, intitolata Break The Silence, raccoglie al suo interno grandi nomi del panorama techno e house, come Robert Hood, Planetary Assault System, Eddie Fowkles, Rebekah e Developer.

Tra gli altri produttori che hanno preso parte alla realizzazione dell’opera troviamo anche Sinistarr, K’ Alexi Shelby insieme a Tony Loveless e il ritorno dei 4 Hero, sotto il loro alias di “Internal Affairs”.

Varie piattaforme commerciali  musicali hanno risposto positivamente all’iniziativa, accettando di distribuire la compilation sui loro siti. Tra queste troviamo Traxsource, Juno, Beatport e Boomkat.

I fondi derivanti dall’acquisto della compilation serviranno interamente a finanziare  l’operato di Campaign Zero.

La tracklist completa della compilation, formata da quattordici brani, si compone come segue:

01. K’ Alexi Shelby & Tony Loveless – State Of Emergency
02. Eddie Fowlkes – Pandemic One
03. Jon Dixon – Counterpoint
04. 4 Hero – Universal Love (Dubstars) (Internal Affairs Remix)
05. Ben Sims – Break It Down
06. Developer – Cultural Conditioning
07. Robert Hood – The Redeemer
08. Planetary Assault Systems – Huddler’s Source Of Wonder
09. Mark Broom – Gunna
10. Mark Flash – Voice of Detroit
11. SRVD- In The Dark
12. Rebekah – Stealing Fire
13. Sinistarr x K-Dan – Apollo
14. Oliver Way & Dany Rodriguez – First Act

Interessante notare come i titoli delle tracce scelte siano tutti, più o meno, riferiti ad ambiti che richiamano la tematica della violenza contro le minoranze o all’emergenza che costituisce il problema dei poco ortodossi metodi della polizia.

Potete ascoltare alcune clip della compilation cliccando qui