seventy five + = seventy six

Dave Clarke dopo 14 anni di silenzio in Studio presenta un nuovo album. L’album è intitolato “The Desecration Of Desire”.

Dave Clarke è uno degli artisti più amati e seguiti di tutti i tempi e pioniere della Techno music made in UK. A distanza di 14 anni ha deciso di pubblicare un nuovo lavoro discografico intitolato ” The Desecration Of Desire “. L’album sarà disponibile dal prossimo ottobre e sarà prodotto da Skint label già nota per aver prodotto artisti come FatBoy Slim X-Press 2 .

The Desecration Of Desire, come spiega lo stesso Clarke, rappresenta una sorta di punto di rottura col passato, differentemente dai suoi precedenti album. Questo dovrà essere per gli ascoltatori come un libro che racconti tutto ciò che ha segnato l’artista in questi 14 anni trascorsi.

Possiamo riflettere infatti sul fatto che questi siano stati per Dave Clarke anni intrisi di espierienza e di passi importanti per la sua carriera, di momenti speciali che hanno consacrato la sua identità artistica alternati però anche a momenti difficili come l’incidente stradale in cui è stato coinvolto nel 2016.

L’album è composto da 10 tracce che testimoniano la continua voglia dell’artista di rinnovarsi e il suo avvicinarsi a sonorità più industriali.

The Desecration Of Desire

Tracklist 
01. Exquisite 
02. Is Vic There? feat. Louisahhh 
03. Frisson feat. Mt. Sims 
04. Plasmatic 
05. Dot Forty One (Mute) 
06. Charcoal Eyes (Glass Tears) feat. Mark Lanegan 
07. Monochrome Sun feat. Mark Lanegan 
08. Cover Up My Eyes feat. Gazelle Twin 
09. I’m Not Afraid feat. Anika & Keith Tenniswood 
10. Death Of Pythagoras 

Al suo interno potremo trovare anche diverse collaborazioni con altri artisti come Gazelle Twin, Anika, Keith Tenniswood, ed è già possibile ascoltare in anteprima la traccia “Charcoal Eyes (Glass Tears)”, quest’ultima in collaborazione con la voce americana intensa e travolgente di Mark Lanegan.

Siamo quindi in attesa di questo lavoro discografico in uscita il 27 Ottobre e siamo sicuri che sarà un successo, dopotutto parliamo di Dave Clarke, soprannominato anche “The Red Baron” – uno, forse, dei pochi artisti che nonostante gli anni di esperienza alle spalle riesce ancora a scaldare il pubblico ovunque esso si esibisca.

Ma cosa ha reso Dave Clarke un’artista senza tempo? Forse il fatto di riuscire a leggere negli occhi di chi balla la sua musica, e riuscire a regalare il disco giusto al momento giusto, oppure il fatto che nonostante i tempi siano cambiati e la musica sia in continua evoluzione, lui riesce a stare al passo con la modernità riproponendo le nuove hits ma accompagnandole sempre da tracce che hanno segnato la storia del clubbing, passando da sonorità turgide a vocal incredibili, penentranti e indimenticabili.

In attesa dell’uscita dell’ album completo vi lasciamo con l’anteprima della traccia “Charcoal Eyes (Glass Tears)”. Vi consigliamo di chiudere gli occhi, ascoltare attentamente e intraprendere questo viaggio attraverso l’animo dell’artista.