sixty two + = seventy one

Si chiama Daylight. E’ una iniziativa davvero lodevole organizzata da dj Tony Gurney all’Omeara, Londra. Avrà luogo il 16 novembre e sarà dedicato ai disabili ed ai loro accompagnatori.

Un pomeriggio all’insegna della solidarietà all’Omeara di Londra, che consentirà ad una fascia di popolazione più svantaggiata dal punto di vista della mobilità, di trascorrere del tempo immergendosi nell’atmosfera del club. Qualcosa a cui la gente comune probabilmente non fa caso. Recarsi in un club ad ascoltare musica è un gesto semplice per molti. Ma per queste persone con disabilità è difficile anche pensare di poterlo fare. Per questo Tony Gurney si è impegnato per renderlo possibile. Tentando di eliminare quelle barriere che una discoteca può inevitabilmente presentare.

Tony ha descritto una situazione tipo che si può verificare quando ci si reca in un locale notturno. Situazione che potrebbe rivelarsi fisicamente e mentalmente difficile per persone diversamente abili. Immaginate quanto sia logisticamente complicato organizzare un’uscita e un rientro, che spesso in questi casi avvengono nelle tarde ore della notte.

Non è affatto semplice prendere un taxi ponendo anche il caso che piova. Pensate che il tassista scenda dalla sua auto per caricare la sedia a rotelle nel portabagagli in piena notte? Probabilmente non tutti lo farebbero.

Allora si è pensato di programmare l’evento nel pomeriggio, quando i mezzi pubblici sono nel pieno della loro attività, dalle 14 alle 18 con un tetto massimo di 100 ingressi. Nell’ambito di questa programmazione, Dj Tony ha lavorato con Talking Therapies Southwark, organizzando anche un seminario dal titolo Coping With Difficult Times.

Un progetto di consueling che mira a supportare soggetti in stato depressivo. Inoltre Tony ha organizzato una raccolta fondi per finanziare questo particolare party e mettere a sistema un ciclo di eventi di questo tipo. Un tassello importante è costituito dall’apporto delle associazioni benefiche Carers UK e Attitude is Everything che contribuiscono a rendere fruibili gli eventi musicali ai non udenti ed ai disabili.

Il costo del biglietto d’ingresso è di 5£.