+ 3 = nine

Domenico Crisci, un nuovo progetto in collaborazione con la visual artist Mariangela Levita per l’Istituto Italiano di Cultura C.M. Lerici di Stoccolma.

Domenico Crisci è in arrivo con TUTTO.Leonardo”, un nuovo ed ambizioso progetto sviluppato in collaborazione con la visual artist Mariangela Levita per la Stockholm Design Week.

Di Domenico Crisci vi abbiamo parlato spesso in passato perché è sicuramente una personalità tra le più rilevanti del panorama della musica techno italiana. Abbiamo infatti ascoltato una piccola anteprima di “CUBE” giusto qualche tempo fa.

Crisci, artista di Caserta, infatti, ha all’attivo release con alcune delle etichette internazionali più influenti del settore. La sua musica è stata ospitata su label quali L.I.E.S. e Russian Torrent VersionsEerie e Semantica Records di Svreca, oltre che su Jelous God di Silent Servant, Regis e James Ruskin, release che lo ha consacrato tra gli artisti più promettenti del panorama techno internazionale.

Crisci ha da poco realizzato un progetto che va al di la della dimensione clubbing e che si pone come un ambizioso ed innovativo lavoro sviluppato in collaborazione con la visual artist Mariangela Levita.

Il progetto in questione si chiama “TUTTO.Leonardo” ed è in uscita per la label dello stesso Crisci, Summa Cum Laude. “TUTTO.Leonardo” è stato realizzato per l’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma e sarà presentato a febbraio, durante la Stockholm Design Week.

TUTTO.Leonardo

“TUTTO.Leonardo” è un progetto che punta a valorizzare la poliedricità artistica, e lo fa omaggiando due geni italiani che hanno dedicato la loro esistenza alla luce ed ai colori: Leonardo da Vinci e Gio Ponti. Per raggiungere questo obiettivo Mariangela Levita ha realizzato un lavoro evocativo e d’impatto, ridisegnando la facciata dell’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma tramite un nuovo rapporto tra finestre e colori.

Come spiega la responsabile del progetto Adriana Rispoli:

TUTTO.Leonardo è una composizione ritmica declinata al dialogo dei colori nell’insieme, ogni singola finestra funge da filtro monocromo sullo spazio circostante e, organicamente ad esso, è attivata, a seconda dell’ora, dalla luce naturale o da quella artificiale rispecchiando la vita quotidiana del palazzo

Levita, inoltre, ha immaginato un’opera video, che sarà proiettata all’interno dell’auditorium e diffusa sul web, in collaborazione con Domenico Crisci ed insieme hanno concepito in edizione limitata un disco in vinile ispirato al tamburo meccanico di Leonardo in uscita per Summa Cum Laude.