fifty nine + = 63

Donato Dozzy accetta la sfida della label ONE INSTRUMENT: incidere un album suonando solo uno strumento, l’EMS Synthi AKS.

Per gli addetti ai lavori, il nome di Donato Dozzy rappresenta una presenza ventennale sulla scena musicale techno italiana, contraddistinguendosi per il suo stile ipnotico, trippy e meditativo. Non tutti sanno del suo soprannome “il Professore”, che gli è stato attribuito grazie al suo background culturale (un Dottorato in Scienze Politiche) e una conoscenza musicale enciclopedica.

Questa fusione di conoscenze ed esperienze tra i diversi club di Roma nei primi anni 2000 spostandosi verso i party berlinesi del Panorama Bar fino ad arrivare al Labyrinth festival in Giappone, gli ha permesso di sperimentare e conoscere tecniche compositive uniche con strumenti che oggi farebbero gola ai più affamati collezionisti o fan del vintage.

D’altro canto, non è la prima volta che Dozzy si cimenta in esperimenti simili: nel 2018 venne celebrata la 303esima uscita di Tresor Records in onore della TB-303 .

Però si sa, quando si ama il proprio lavoro, si cercano sempre nuove sfide e nuovi stimoli e questa volta il buon Dozzy si è superato: ha accettato la sfida di One Instrument, un’etichetta sperimentale fondata dal compositore e produttore Grand River, contribuendo ad una delle prossime release e suonando appunto un solo strumento: l’ambito EMS Synthi AKS, sintetizzatore portatile degli anni ’70 utilizzato largamente da Brian Eno nei suoi lavori ambient ed art rock.

L’album di Dozzy uscirà il prossimo 6 dicembre 2019 come sessione improvvisata registrata su due tracce lunghe. Sarà la ciliegina sulla torta che seguirà due release annunciate da One Instrument previste per il prossimo 6 settembre e 1 novembre.

La prima è un LP dell’artista indonesiano Fahmi Mursyid che contiene sei tracce registrate con differenti strumenti locali, dal flauto di pan ai gong bonang mentre la seconda è stata definita dalla stessa etichetta “il lavoro più minimal realizzato a oggi” e inciso da Alessandro Di Puccio con vibraphone, una perla tenuta nascosta per 18 anni prima che Grand River decidesse di tirarla fuori dal cassetto dell’argenteria.

Possiamo spezzare l’attesa di queste release con un preascolto del lavoro di Mursyid QUI.

Tracklist

ONEINST003: Fahmi Mursyid

  1. Hening (Saron)
  2. Wirama (Kendang)
  3. Denting (Roesler Piano 50’s)
  4. Halaman (Karinding)
  5. Dentum (Bonang)
  6. Alunan (Flauto di Pan)

ONEINST004: Alessandro Di Puccio

  1. Autumn Jig
  2. Wandering
  3. Transparent Shape

ONEINST005: Donato Dozzy

  1. Slow Train Part1 (EMS Synthi AMS)
  2. Slow Train Part2 (EMS Synthi AMS)