43 − thirty eight =

Continua Vinylism, la serie di eventi iniziata ormai un anno fa che porta Ellen Allien nei suoi negozi di dischi preferiti e la vede protagonista di set in cui utilizza vinili presi dal catalogo del negozio stesso.

Vinylism è un evento ideato dalla dj e produttrice berlinese Ellen Allien nel febbraio 2016 con lo scopo di supportare diversi negozi di dischi in giro per il mondo e di creare un’atmosfera intima, in cui gli avventori potessero godere in assoluta tranquillità dei suoi set in vinile.

Il progetto, partito dal Lucky Records di Reykjavik, ha fatto tappa in cinque negozi lo scorso anno: dopo la fermata islandese, infatti, Ellen ha portato Vinylism al Discos Paradiso di Barcellona, all’Ultrasuoni di Roma, al Gravity Records di Torino, allo Smallville Records di Parigi e al La fin du vinyle di Montreal.

Pochissimi giorni fa, più precisamente sabato 25 febbraio dalle 18 alle 20, la fondatrice di BPitch Control ha inaugurato il nuovo anno di Vinylism con un set al Serendeepity di Milano. Il prossimo 16 marzo Ellen sarà invece al Clone Records di Rotterdam, mentre il 24 dello stesso mese farà girare i dischi al Superior Elevation di New York. Per il momento queste sono le date annunciate per il 2017, ma c’è indubbiamente da aspettarsi aggiunte a breve.

Durante il mese di marzo, oltre alle due date di Vinylism, Ellen sarà impegnata in diversi eventi in Europa e negli Stati Uniti. Se, infatti, nella prima parte del mese si esibirà al Watergate di Berlino, all’Ex Dogana di Roma e al Printworks di Londra, tra il 23 e il 26 sarà invece a Miami e New York. In particolare, a Miami sarà tra gli headliner del nuovissimo Rapture – Electronic Music Festival insieme ad artisti del calibro di Carl Craig, Andhim, Rhadoo, Matthew Dear e Francesca Lombardo.

Alberto Zannato