fourteen + = 16

Erick Morillo è morto all’età di 49 anni nella sua residenza a Miami Beach; le cause della morte risultano ancora sconosciute.

Il DJ e Producer Erick Morillo è morto improvvisamente all’età di 49 anni.

La notizia è ufficiale ed è stata diffusa in questi minuti dai media americani.

Secondo un portavoce del Dipartimento di Polizia di Miami Beach, gli agenti stanno indagando sulle circostanze che hanno causato la morte di Morillo dopo aver ricevuto una chiamata al 911 questa mattina alle 10:42 dal numero 5660 di La Gorce Drive, residenza del celebre artista.

Gli investigatori sono attualmente nelle fasi preliminari delle indagini. I dettagli sulla causa della morte non sono stati ancora resi noti.

Nato nel New Jersey, Morillo è arrivato al successo mondiale in piena ascesa house music anni ’90 fino ad essere considerato una delle ultime superstar DJ, ben prima dell’avvento del suono digitale, grazie alla sua tecnica sopraffine, all’abilità di saper cogliere i gusti del pubblico e di anticipare le tendenze, al punto tale da farne un vero e proprio hitmaker: a Morillo si deve tra l’altro un successo interplenatario della dance anni ’90 come “I Like To Move It”, pubblicata con l’alias Reel 2 Reel.

Erick Morillo ha lottato con le dipendenze per tutta la sua la sua lunga carriera pur ammettendo nel corso degli anni di stare combattendo non senza difficoltà per uscirne, come in occasione dell’International Music Summit del 2016 quando pronunciò pubblicamente in una conversazione con Pete Tong  la celebre frase “Il mio ego non poteva sopportare di non essere più il top dog della scena”.

All’inizio di questo mese Erick Morillo è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale e si era consegnato alla polizia di Miami dopo che un kit del DNA aveva accertato la sua compatibilità con lo stupro accertato.

Nonostante Morillo avesse sempre negato l’accaduto, era in attesa di giudizio; la prima udienza in tribunale era imminente e prevista per il prossimo venerdì 4 settembre.