− one = 2

Erick Morillo, noto dj statunitense, è in arresto per aver commesso violenza sessuale su una giovane donna, nel dicembre 2019.

Erick Morillo, figura emblematica dell’house music è finito nel mirino dell’opinione pubblica per una vicenda che non risulta essere ancora del tutto chiara. L’artista è in arresto con l’accusa di aver commesso violenza sessuale su una giovane donna.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da WPLG Local 10 (@local10news) in data:

Non è la prima volta che Morillo finisce nei guai, già in passato avevamo portato all’attenazione del nostro pubblico in questo articolo, alcune sue dichiarazioni molto dure, in merito alla sua dipendenda dalla Ketamina.

Sicuramente la recente notizia ha fatto maggiore scalpore. Il presunto stupro sarebbe avvenuto lo scorso dicembre, durante un incontro, avvenuto nell’abitazione del DJ newyorkese che sorge a Miami Beach.

Le indagini sono partite da quasi subito e Morillo da dicembre ad oggi ha sempre negato di aver commesso violenza carnale sulla presunta vittima, finché, la stessa non si è sottoposta ad un controllo, attraverso un kit antistupro, che ha segnalato la presenza del DNA del DJ.

Come scritto nel rapporto di WPLG Local 10, nel dicembre 2019 la presunta vittima si è recata in casa del produttore con intenzioni amichevoli ma solo per bere un drink in compagnia.

L’incontro sarebbe avvenuto in un evento privato celebrato presso Star Island. Dopo aver raggiunto casa di Morillo bevuto, la presunta vittima, che tral’altro risulta essere una dj americana, afferma di aver cercato una stanza vuota in cui riposare durante la notte.

Al mattino la donna si è risvegliata completamente nuda nel letto, confusa e senza alcun ricordo della notte precedente. Nel voltarsi nota però che anche Morillo era lì, accanto a lei, completamente nudo.

Le dinamiche quindi della presunta violenza sono ancora da chiarire, tuttavia, già il fatto che il produttore newyorkese si sia costituito, lascia intendere la sua colpevolezza.

Continueremo comunque a seguire la vicenda in attesa di maggiori chiarimenti da comunicarvi.