2 + six =

Nonostante il periodo piuttosto delicato che noi tutti stiamo vivendo, ecco l’esempio di CODE WAR, un interessante festival genovese che promuove il riavvicinamento sociale in totale sicurezza.

CODE WAR è un progetto multidisciplinare che abbraccia arte e musica elettronica. Il focus principale dell’organizzazione è quello di dare la giusta visibilità e supporto ai giovani talenti della scena genovese. Stabilitasi nei pressi dell’Ex Ospedale Psichiatrico di Quarto, questa realtà promuove inoltre la riqualificazione di spazi urbani abbandonati come l’Ex Ospedale Psichiatrico. L’obiettivo è quello di mantenere immutato il valore storico dello stabile, utilizzandolo però come luogo di aggregazione e confronto per le nuove generazioni che desiderano aprirsi verso le discipline artistiche e formare una propria coscienza intellettuale.

Malgrado sia un periodo di grande crisi economica e sociale, il collettivo CODE WAR ha deciso di organizzare ugualmente il proprio festival. Questa scelta dimostra certamente coraggio e responsabilità, oltre che una grande voglia di riavvicinamento e condivisione, due concetti alla base di una normale vita sociale che mai come quest’anno sono stati messi a dura prova dal COVID-19.

Il festival verrà inaugurato venerdì 25 settembre dalla musica di otto tra i migliori artisti della scena locale che per l’occasione si esibiranno nei cortili dell’Ex Ospedale Psichiatrico. Nella stessa giornata sarà possibile visitare l’esposizione “Il canto del merlo” curata da MIXTA. Le opere saranno esposte al pubblico negli ambienti del nuovo Spazio 21 per tutta la durata dell’evento. 

Per la giornata di sabato 26 sono invece previste le performance artistiche del collettivo “Revolving Doors” e “Neanche così mi ascolteranno” di Milotta/Donchev e Davide Cangelosi. Oltre allo spazio riservato agli artisti emergenti, durante tutte le giornate del CODE WAR Project sarà possibile visionare le opere realizzate dagli utenti psichiatrici durante il laboratorio di arteterapia promosso dall’IMFI e dal MuseAttivo delle Forme Inconsapevoli.

Per ulteriori informazioni su CODE WAR e CODE WAR Project visita la loro pagina Facebook cliccando qui.