− one = 5

L’elettronica sperimentale e jazz-influenced di Samuel Rohrer, artista e musicista svizzero, è protagonista del diciassettesimo capitolo di Evolved Podcast.

“Per mettere piatti, rullanti e batteria al servizio dei temi musicali, per farli cantare, serve flessibilità. Rohrer è uno dei pochi”

Queste è la presentazione che Süddeutsche Zeitung fa di Samuel Rohrer, artista svizzero tra i pochi a saper fondere sapientemente Jazz e musica elettronica. La presentazione, che campeggia anche sul suo sito ufficiale, esprime in pochissime parole la personalità artistica del musicista.

Rohrer, infatti, riesce a conciliare in maniera armonica e coerente le sonorità tipiche della musica Jazz con componenti elettroniche. Il risultato è un viaggio musicale sperimentale e ricercato. Non a caso, Rohrer ha a che fare con la musica dall’età di sette anni, quando iniziò a suonare il pianoforte.

L’artista svizzero, però, si è poi specializzato nella batteria. È da batterista e da artista sperimentale, infatti, che ha iniziato a girare il mondo e a essere conteso dai più importanti festival Jazz del pianeta, tra cui North Sea Jazz di Rotterdam, JVC Festival di Amsterdam, Montreal International Jazz Festival, Vancouver Jazz Fest e molti altri.

Abbiamo l’onore e il piacere di accogliere questo particolare e validissimo artista su Parkett per questo capitolo di Evolved Podcast.