fifteen − = nine

Un artwork di “Hey Boy Hey Girl” dei Chemical Brothers sarà stampato e venduto per supportare l’organizzazione Nordoff Robbins, che si occupa di terapia musicale.

“Hey Boy Hey Girl”, la celebre e immortale hit dei Chemical Brothers, sarà trasformata in un artwork grazie a Soundswaves Art, progetto che si occupa di realizzare opere d’arte basate su tracce musicali, rivendere e raccogliere fondi da devolvere in beneficenza.

In particolare, l’opera basata sulla famosa traccia del duo britannico sarà prodotta, per il momento, in 50 pezzi numerati, con una dimensione di 24 pollici per 24. Sarà autografata da Tom Rowlands, Ed Simons (i componenti del duo, ovviamente) e dal creatore di Soundwaves Art, Tim Wakefield.

Hey Boy Hey Girl

Venduta a 280 dollari, al momento è soldout. Tuttavia è possibile scrivere una mail a info@soundwavesartfoundation.com per aggiungersi alla lista d’attesa. Maggiori informazioni QUI. A seguito dell’emergenza causata dal nuovo coronavirus, ci potrebbero essere significativi ritardi sia nella spedizione, che nelle comunicazioni.

L’intero ricavato sarà devoluto alla Nordoff Robbins. Si tratta di un’organizzazione benefica che non riceve fondi statali che aiuta persone con disabilità, malattie e problematiche sociali. L’organizzazione si basa sulla collaborazione e sugli studi del musicista e musicoterapeuta Paul Nordoff e dell’educatore Clive Robbins secondo cui tutti possano rispondere alla musica, non importa se malati o con disabilità. Le qualità uniche della musica come terapia possono migliorare la comunicazione, supportare il cambiamento e consentire alle persone di vivere in modo più creativo e appagante.

QUI vi parliamo dei risultati dei Chemical Brothers all’ultima edizione dei Grammy Awards.