seven + 2 =

Ed Simons e Tom Rowlands, i due artisti britannici che compongono il celebre duo The Chemical Brothers, hanno portato a casa due importanti premi in occasione della 62^ edizione dei Grammy Awards.

Alle due della scorsa notte italiana ha avuto luogo la sessantaduesima edizione dei Grammy Awards, in uno Staples Center preso d’assalto dalle migliaia di persone lì per rendere omaggio a Kobe Bryant, ex cestista morto tragicamente in un incidente in elicottero. La leggenda della pallacanestro, infatti, giocò in quella struttura per quasi vent’anni con i Los Angeles Lakers.

Tra mattatori della rassegna come Billie Eilish, giovanissima vincitrice di ben sette premi, Anderson .Paak e Lizzo, spiccano due protagonisti della musica elettronica degli ultimi venticinque anni: The Chemical Brothers.

Il duo britannico, che dal 1997 al 2015 avevano ottenuto ben 11 nomination e quattro premi (“Block Rockin’ Beats” Best Rock Instrumental Performance 1997 – “Push The Button” Best Electronic/Dance Album 2005 – “Galvanize” Best Dance Recording 2005 – “We Are The Night” Best Electronic/Dance Album 2007) si è presentato a questa edizione con ben tre nomination, di cui due portate a casa.

Nella categoria Best Music Video ha trionfato “Old Town Road” di Lil Nas X e Billy Ray Cyrus, a scapito di “We’ve Got To Try” dei Chemical Brothers. I due artisti inglesi sono riusciti a imporsi nella categoria Best Electronic/Dance Album con “No Geography” e a vincere il Best Dance Recording con la traccia Got To Keep On”. Ed e Tom si sono imposti su nomi eccellenti del calibro di Bonobo, Apparat, RÜFÜS DU SOL, Skrillex, Boys Noize, Meduza e Flume.

Con queste vittorie il bottino del duo elettronico sale a ben sei Grammy nella loro incredibile carriera, aspettando nuove sorprese dai due neo-cinquantenni che riescono a stupire a distanza di quasi 30 anni dall’inizio della loro irripetibile storia artistica.

Leggi QUI il nostro articolo sulla sessantaduesima edizione dei Grammy Awards.