twenty − twelve =

Inner City, il progetto di Kevin Saunderson, nato nel 1989 compie trent’anni. La longevità di uno dei padri fondatori della Techno e della sua musica.

Inner City compie trent’anni. Il duo composto dal dj Kevin Saunderson e la cantante Paris Grey, ora vede la partecipazione del figlio di Saunderson, Dantiez, e la la vocalist Steffanie Cristi’an.

Il trio che soffierà sulle trenta candeline farà un tour in tutta Europa, su palcoscenici come quelli di Berlino, Lione, Parigi, Manchester e molti altri, ricordando che nonostante il tempo passi, la musica resta e si evolve. Come ha dichiarato lo stesso dj di Detroit:

“La mia visione di Inner City non si limita ad essere un gruppo influente del passato, ma di divenire un gruppo odierno con uno sguardo al futuro. Abbiamo un catalogo enorme di classici dai nostri anni precedenti e adesso ci muoviamo verso un nuovo suono per una nuova generazione.”

Image result for inner city kevin saunderson

La cosiddetta crisi di mezza età (Saunderson ha più di 50 anni) sembra non sfiorare nemmeno il “Godfather” della Techno, che rappresenta il collegamento tra il passato ed il futuro, misto dell’esperienza conoscitiva con cui accudire i nuovi adepti e dello stesso sguardo giovane e ribelle con cui sovvertire le regole.

Immortali per i successi di “Big Fun” e “Good Life” dell’album “Paradise” del 1989, Inner city rappresenta quel concentrato di techno-house e Pop con cui molti sono cresciuti.

Naturalmente Saunderson non vive al passato e tramite i suoi due figli che si sono uniti alla produzione e all’arte del djing lo sguardo s’evolve verso la realtà che lo circonda:

“Adesso c’è più tecnologia, fai musica in un modo tutto diverso. Quando ho iniziato era analogico, adesso c’è un mondo digitale. Ma sai cosa ti dico? Va bene così. È bello cambiare, è bello mettersi alla prova.”

E’ bello augurarvi buon trentesimo compleanno!