nine + 1 =

Dopo il quattordicesimo podcast a cura di Carlo Mognaschi vi proponiamo oggi per Internal Selection: Alessio Mereu.

Producer e musicista sardo, pianista sin da giovane, cresce con la passione per la musica che parallelamente ai suoi primi studi sviluppa e accresce una certa curiosità nei confronti della musica elettronica.  Il suo sound continuatosi ad evolvere ha mantenuto comunque un suo stile unico che ha contaminato successivamente tutte le sue produzioni, alcune delle quali pubblicate da etichette come Cocoon,  Poker Flat di Steve Bug,  Tuning Spork di Jay Haze, Contexterrior, Toys for boys, CMYK, Analytic Trail, Mindshake e molte altre.

Nel 2010, dopo aver fondato la propria etichetta, Amam, che fin da subito si è posta di stampo internazionale, pubblica diverse uscite e collaborazioni come quelle con Thomas Brinkmann, LoSoul, Jay Haze, Tale of Us, Hooved, Guido Schneider, Sascha Dive, Christopher Rau, Renato Figoli, The Selph, Shaun Reeves, Avatism, Par Grindvik, Mike Shannon, Dan Curtin, Agaric, Mikael Stavostrand, Bloody Mary, Adultnapper, Camea, Argenis Brito, David Labeij, Namito, Ilario Alicante, 000, Jorge Savoretti, Tadeo, Uner, Nico Lahs e Tim Xavier.

Nel 2011 dopo l’uscita del suo album di debuttoTripolarity con la sua etichetta Amam ha prodotto e pubblicato anche altro materiale per label come Poker Flat Recordings e Cocoon Recordings. Le sue produzioni sono state suonate da diversi dj come Richie Hawtin, Adam Beyer, Marco Carola, Loco Dice, Steve Bug, Paco Osuna e attualmente sta continuando con le pubblicazioni sulla propria etichetta.