− one = four

Il ventottesimo capitolo di Internal Selection è firmato da Fabrizio Maurizi, parte del progetto Bassa Clan, resident dell’attuale stagione di Minù al Circolo degli Illuminati e portabandiera delle sonorità techno-minimal nel panorama musicale italiano.

Fabrizio Maurizi è nato a Bologna, una città la cui scena clubbing da sempre presta particolare attenzione al movimento Detroit techno e che rappresenta ancora oggi uno dei luoghi ideali in Italia per crescere musicalmente.

Dopo un breve periodo di militanza nella scena dei rave illegali, Fabrizio, appena laureato inizia le residenze in alcuni dei club più importanti del paese.



Affascinato soprattutto dalla scena techno napoletana, dalla prima volta che vede esibirsi Richie Hawtin il suo sound prende una direzione risolutamente minimal.

Dopo dieci anni di studio del pianoforte si avvicina ai software musicali, riuscendo ad ampliare sempre di più la propria visione musicale sino a creare un proprio suono percussivo, costellato di basse frequenze declinate secondo varie sfumature e di campioni vocali, nei cui riverberi risaltano i lati oscuri e le sfumature più funky della techno.

Nel 2007 fonda con il DJ e producer Idriss D, amico e collaboratore, l’etichetta Memento, pubblicando dopo appena un anno il suo primo EP Hasta la Baldoria Sempre che lo impone con il suo pseudonimo di DJ Roger all’attenzione dei media di settore e degli appassionati.

Fabrizio ha il DJing nel sangue, ama guidare i dancefloor dalle tenebre alla luce e viceversa, proponendo la sua musica per lunghi periodi in continua ascesa/discesa unendo bassline “di spessore” a componenti ritmici analogici e martellanti. 

Motivato dal sogno di poter un giorno entrare nella famiglia M_nus, decide di inviare la sua musica a Richie Hawtin.

Nel giro di poco tempo Fabrizio realizza così il suo sogno ed entraa far parte della crew M_nus, diventando così il dj italiano che grazie alla sua Memento e ai suoi set techno rappresenta ha acquisito ormai lo status di pilastro della label berlinese.

Nel nostro viaggio attraverso i suoni dei resident protagonisti delle notti targate Minù al Circolo degli Illuminati non potevamo non farci ammaliare dalle vibrazioni ipnotiche di Fabrizio Maurizi, ospite in versione podcast in esclusiva per Parkett, in attesa della sua prossima performance (dopo quelle per il compleanno di Minù, del Triskell Electronic Festival di Capodanno e della serata condotta insieme a Valentino Kanzyani) in programma sabato 18 maggio in occasione dellincontro musicale tra Minù e la crew veronese di Veniceberg.