+ 48 = fifty three

Per il prossimo podcast abbiamo scelto Luciano Lamanna. Un artista che ha fatto irruzione da lungo tempo nella scena rave e in quella club italiana.

Anticonformista, sempre alla ricerca di nuove sperimentazioni, amore incondizionato per i synth, gli analogici e la musica in vinile. Sono questi i punti chiave in cui riassumiamo la figura di Luciano Lamanna.

Nato nel sud Italia ma cresciuto a Roma, Luciano è in attività dal lontano 1997. In questo ventennio ha dato prova di riuscire a essere padrone di qualsiasi scenario in cui è stato collocato. Mandando in tilt i migliori club e fomentando anche un pubblico esigente come quello ravers.

Promotore della vecchia musica gabber, Luciano è riuscito a riportare l’attenzione in questi ultimi anni su un genere che sembrava ormai accantonato dalle nuove generazioni.

La sua versatilità è testimoniata dal fatto che sono numerose le collaborazioni e i progetti in piedi che vedono protagonista lo stesso Lamanna. Ma la sua forza risiede nel riuscire a trovare sempre il giusto compromesso tra techno, punk industrial techno, dando vita così ad un prodotto unico che riscuote sempre un gran successo.

Lamanna è stato ed è ancora, parte attiva di alcuni progetti davvero notevoli come: ADSR SPQRBalanceTekno Mobil Squad, Assalti Industriali, Der NoirLunar Lodge LSWHR.

Oggi Luciano è un punto di riferimento per la scena techno europea e appare tra i principali esponenti di alcune interessanti realtà come: Scuderia Records, No Pizza Rave, Mokum, Kobayashi e Dancefloor Killers.

La nostra redazione vi darà l’opportunità di passare circa un’ora in compagnia di Lamanna e del suo sound così diretto e crudo, grazie al lancio di quest’ultimo podcast della serie internal selection.

Ma nel caso voleste leggere di più su Luciano vi invitiamo a dare un’occhiata proprio a questo articolo: Luciano Lamanna e le sue 10 tracce fondamentali.