+ fifty two = fifty eight

Giovedì 29 novembre, alle 22.00, inizierà la prima delle 100 ore di musica ininterrotta di Interval Festival 2016, il grande evento che si svolgerà nella città rumena di Cluj-Napoca.

L’edizione dell’Interval Festival del 2015, quella d’esordio, aveva in programma l’esibizione di 100 djs, che purtroppo scesero a 65 dopo la tragedia che vide più di cinquanta persone perdere la vita la notte del 30 ottobre 2015 durante un concerto al club Colective di Bucharest.

L’evento turbò moltissimo non solo l’opinione pubblica rumena, ma i giovani di tutta Europa, tanto da far decidere al governo locale di rivedere le misure di sicurezza e cambiare i regolamenti cittadini in materia di concerti e nightlife. Interval perse così, a poche ore dall’inizio dell’evento, una delle tre location designate per il suo svolgimento, a causa dei lavori per rimettere il Guesthouse a norma.

Quest’anno invece, il festival si sposta nella seconda città più grande del paese, Cluj-Napoca. Durante tutto il periodo che va dal 2015 al 2016, gli organizzatori hanno lavorato per rilanciare Interval Festival 2016 e la club culture rumena dopo le spiacevoli vicende che (anche se non direttamente) ne hanno condizionato la prima edizione.

Il supporto di Boiler Room e l’esponenziale ascesa che artisti, etichette ed eventi locali stanno avendo negli ultimi anni, hanno contribuito al rilancio clubbing rumeno agli occhi di tutta Europa. Boiler Room ha collaborato con l’organizzazione in due occasioni molto speciali nel corso del 2016: nella prima, ha portato la telecamera a Bucharest per registrare i set di Premiesku, Melodie, Priku, Herodot e Miss I, dando una grande visibilità ad artisti considerati imprescindibili per gli amanti del genere, ma forse ancora sconosciuti al grande pubblico internazionale.

L’altra occasione in cui Interval ha dimostrato di avere le carte in regola per seguire con il progetto è stata la successiva featuring con Boiler Room, che dal 9 all’11 settembre 2016 ha portato nella cittadina di Rasnov, in Transilvania, nomi altisonanti come quelli di Midnight Operator (aka Mathew e Nathan Johnson), Onur Özer, Thomas Melchior, Barac, Cab Drivers e Dj Masda. La crew di Interval è quindi pronta a riproporre, a partire da giovedì 29 novembre 2016, la sua ormai classica formula “100 djs per 100 ore di musica senza interruzioni”. Il festival terminerà così alle 22.00 di domenica 4 dicembre.

Le location saranno tre dei principali club della cittadina di Cluj-Napoca: il Club Gazette, il /Form Space e il Club Napoca, situato al secondo piano dello stadio Cluj Arena.

Sia il Club Napoca sia il /Form Space sono dotati di Funktion-one, per dare la possibilità ad artisti e partecipanti di godere nel migliore dei modi di queste 100 ore. La line up non è stata ancora svelata per intero (mancano ancora più di 50 artisti da annunciare), ma le prime conferme fanno presagire che sarà un’edizione davvero importante: gli esponenti della techno made in USA che vi parteciperanno, sono attualmente Octave One (live) e Juan Atkins, mentre, per il momento, a rappresentare l’house music sono stati chiamati i Mood II Swing. In scaletta ad Interval saranno presenti anche Moritz Von Oswald, Axel Boman, Pearson Sound, Dj Deep, Vera, Cosmin TRG, Matrixxman, Steve’O Sullivan (live), Point G (live), Route 8, oltre ai padroni di casa Alexandra, Dan Andrei e Miss I.

Il biglietto dell’Interval Festival 2016 offrirà la possibilità di entrare ed uscire da tutte le location in qualsiasi momento del giorno e della notte, durante tutta la durata della manifestazione.

Per gli aggiornamenti sulla line up, e le notizie su Interval clicca qui.

Alessandro Carniel