− 1 = four

WarinD per il consueto appuntamento settimanale sotto sigla Italian Affair. Un artista giovanissimo che grazie al suo talento e le sue ambizioni riesce a far notizia in tutta Europa.

Giuseppe De Chiara in arte WarinD è un giovanissimo artista Techno Industrial classe 95 che nasce e cresce a Napoli e sviluppa sin dall’età di 13 anni la passione per la musica, non prediligendo allora un genere in particolare ma bensì seguendo diversi stili. È stata proprio questa moltitudine di correnti artistiche che lo hanno spinto a guardare e toccare la musica più da vicino, acquistando la sua prima consolle con un piccolo mixer a due canali e due Cdj 100s della Pioneer, cominciando così a percorrere il sentiero che lo avrebbe portato ad impugnare un paio di cuffie e ad immergersi completamente nel mondo del DJing.

Cresciuto quindi col desiderio di esplorare a fondo la musica e con l’ambizione di prendere in essa una posizione di rilievo; è proprio nell’adolescenza che avvenne l’incontro con la musica Techno, da cui è rimasto letteralmente rapito, nonostante all’epoca Napoli non sembrava territorio fertile per certe correnti artistiche più dure, più oscure e quindi ancora “incomprese”. E’ stato proprio in quel periodo che WarinD ha creato la propria identità artistica, scegliendo un nome d’arte che gli facesse da buon biglietto da visita. Infatti, se ci soffermiamo sul significato del suo nome, andremo a scoprire che la parte iniziale ovvero “War” esprime appunto la guerra di sentimento e passione che risiede nell’artista, mentre la parte finale del nome “in D” rappresenta con l’ultima consonante l’iniziale del suo cognome, sottolineando così il concetto di repressione che caratterizzava l’artista da molto giovane.

Se dovessimo focalizzare la nostra attenzione su quello che forse è stato il passo più significativo della sua carriera, non possiamo che menzionare WarinD Records, etichetta autonoma che Giuseppe fa nascere nell’ottobre del 2015 per permettere al mondo intero di conoscere e apprezzare la propria musica.

Possiamo quindi dire che la nascita dell’etichetta rappresenta una vera e propria svolta: da quel momento in poi iniziarono ad arrivare i primi riconoscimenti, i primi feedback positivi e le prime esperienze in consolle fuori dal territorio napoletano, iniziando da città come Roma, Venezia, Salerno, Milano, Campobasso, Vieste e Matera, fino ad arrivare al cuore di alcune realtà estere che lo hanno ospitato in grandi città come Pristina in Kosovo, Londra, Dublino, Malta, Tolosa, Utrecht, Bruxelles, Rotterdam, Barcellona, Lione, Parigi e Berlino che lo ha visto protagonista della notte per ben due occasioni la prima all’ Arena di Berlino e la seconda al Tresor club ritenuto tempio della musica elettronica ormai in tutto il mondo.

Per un artista del sud Italia partito praticamente dal nulla poteva sembrare difficile crescere e farsi spazio tra i giganti della musica, ma la voglia di rinnovarsi e migliorarsi giorno dopo giorno hanno fatto sì che le soddisfazioni arrivassero col tempo. Infatti, non è da tutti gli artisti emergenti poter affermare di aver condiviso la consolle con i propri idoli, ma in questo caso possiamo fare un’eccezione visto che grazie alla sua tenacia e al suo talento il nome WarinD è stato spesso accostato ad artisti del calibro di AnD, Head Front Panel, Ayarcana, I Hate Models, Max Durante, Mark Broom, Pfirter e D.Carbone.

Dal racconto di un passato così corposo di esperienze, non possiamo che aspettarci grandi cose e interessanti iniziative per il futuro come numerose releases per la maggiore in vinile e molte collaborazioni con artisti come Codex Empire, Endlec e RVDE.

Il prossimo 4 Novembre, data in cui il giovane talento italiano tornerà ad esibirsi nella capitale italiana, all’interno di una serata interamente dedicata allo Show Case della sua etichetta discografica affiancato da altri validi artisti : BR1002 e d_b.

In attesa di questo evento vi lasciamo con una clip estratta da un’esibizione avvenuta all “ISF Infestazioni Soniche” di Vieste.