thirty three − 26 =

Il dj e produttore argentino Jonas Kopp tornerà a pubblicare su Tresor Records. Dopo un album e due EP, Kopp pubblicherà sull’etichetta berlinese un altro LP dal titolo “Photon Belt”.

È ormai d cheal 2014 l’asse Jonas Kopp – Tresor regala alla musica techno produzioni di indiscutibile livello. L’artista argentino pubblicò il suo primo album, “Beyond The Hypnosis” tre anni fa sulla label affiliata al celebre club berlinese, sulla quale rilasciò successivamente  anche due EP: “Red Plented” nel 2014 e “HHH” l’anno successivo.

Oggi arriva l’annuncio del prossimo lavoro che Kopp pubblicherà su Tresor. Il 5 maggio, infatti, uscirà “Photon Belt“, un album di dieci tracce spartite su due dischi in vinile che sarà disponibile anche in formato digitale.

Il titolo dell’album, traducibile in “cintura fotonica“, è “dedicato ad un fenomeno cosmico che il nostro sistema solare sperimenta ogni 11.000 anni”. Questo fenomeno, secondo una teoria vicina alla corrente New Age, causerebbe gravi cataclismi e/o l’inizio di una transizione spirituale. L’album di Kopp, quindi, punta ad essere un’esperienza mistica e riflessiva tanto quanto ciò che ispira il titolo dell’opera.

La traccia che apre il lato B del primo disco, “Galactic Core“, è la perfetta rappresentazione dell’intero LP: la techno robusta e senza compromessi che dal 2006 contraddistingue le produzioni dell’argentino si fonde con sonorità astratte ed ipnotiche, melodie spaziali che richiamano il fenomeno della cintura fotonica.

Nonostante sia ancora nel pieno della sua carriera, Kopp vanta già un notevole stuolo di collaborazioni e uscite su label di enorme rilievo. Tra i progetti più recenti figura un EP con Pfirter sulla Pole Recordings di Oscar Mulero e un due-tracce per Skudge prodotto sotto l’alias Untidy. Più indietro nel tempo l’argentino uscì su Stroboscopic Artefacts, Ilian Tape e Indigo Area e lavorò a quattro mani con artisti del calibro di Markus Suckut, Dario Zenker e Jerome Sydenham.

Alberto Zannato