eleven − four =

Non solo synth, non solo effetti: abbiamo spulciato le varie tipologie di mixer Behringer, e queste sono le nostre impressioni.

BEHRINGER XENYX 802

Un mixer Behringer ottimo per tutte le stagioni, soprattutto per i neofiti. La serie XENYX di Behringer presenta vari modelli con caratteristiche leggermente differenti fra loro, ma che hanno in comune una solida fattura, portabilità e prezzi fra i più competitivi, il tutto non a scapito di una qualità sonora comunque da non sottovalutare. Presenta tutte le features indispensabili per un mixer (channel strip, fx vari, phantom power, etc) con una unica piccola pecca: non ha il tasto di accensione.

BEHRINGER DJX 750

Il cavallo di battaglia della Behringer per quanto riguarda i mixer prettamente da dj. Possiede la tipica configurazione dei mixer del suo genere. 4 canali più ingresso microfonico, gain, eq a tre bande, kill switch, et cetera. La piccola chicca di questo mixer è la presenza di un nutrito banco di effetti, assegnabili a ciascuno dei diversi canali o al canale di master stesso. Altra nota a favore: l’estrema robustezza e portabilità della macchina.

BEHRINGER MICROAMP HA400

Sicuramente non un mixer in senso stretto, ma un pratico accessorio da studio.  Questo mixer Behringer può permettervi di collegare fino a quattro cuffie e regolarne i relativi gain. Utile per ascolti multipli in fase di recording, ottima per produzioni casalinghe notturne. Considerato anche e soprattutto il prezzo contenuto, è sicuramente un piccolo coltellino svizzero.

BEHRINGER NOX101

NOX è un’altra serie di mixer Behringer dedicati all’universo dj. In particolare, questo piccolo mixer è un concentrato di essenzialità: 2 canali phono/line, crossfader con curva di controllo regolabile, classico eq a 3 bande e cue section. Perfetto per chi vuole iniziare, o anche per quelli che vogliono riallacciarsi alla vera essenza del mixaggio. Da notare anche il design, nettamente migliorato rispetto alle serie precedenti.

BEHRINGER DIGITAL PRO MIXER DDM 4000

Il mixer digitale per dj della casa tedesca per eccellenza. Dispositivo a 5 canali, oltre a tutte le caratteristiche dei mixer per dj, ha diverse particolarità peculiari. Il piccolo schermo LCD è sicuramente una di queste, così come la possibilità di poterlo utilizzare come controller MIDI per qualsiasi DAW o software di virtual djing. Il piccolo sampler con beat repeater completano questo mixer versatile e molto dinamico.

BEHRINGER SX3242FX

Serie esclusivamente dedicata ai banchi da regia, questo mixer Behringer è costituito 32 ingressi con amplificatori XENYX (gli stessi dello XENYX più in alto). Il prezzo è un incentivo, ma certamente non va ad influire sulla qualità del prodotto.  I singoli canali presentano un equalizzatore british style, e una sezione di effetti dedicati (tramite processore a 24 bit). Completa il tutto la possibilità di reindirizzare i canali in quattro sub bus dedicati. Un must have per registrazioni live e non.

BEHRINGER PMP580S

Mixer attivo da 500 watt (L+R), è il classico mixer Behringer da campo. La oggi sussidiaria KLARK TEKNIK è la responsabile del design degli fx e soprattutto dei compressori di linea. Interessante è anche l’integrazione  di due graphic eq per una più precisa correzione delle frequenze. Molto efficace anche il meccanismo di rilevamento feedback FBQ, lo stesso del FBQ1000 della stessa casa produttrice.

Clicca QUI se vuoi leggere la nostra guida sulle migliori consolle per DJ in commercio.