eighty two − seventy four =

MIRA, Digital arts Festival torna a Barcellona 11 e 12 novembre in una nuova location per esibire la digitalizzazione culturale e sonora.

MIRA, Digital arts Festival 2022, si preannuncia con un cambio d’abito notevole,a partire dalla location che si sposterà a Fira de Montjuïc, nel cuore della città catalana, uno dei quartieri fieristici urbani più emblematici del mondo. Spazi raddoppiati e tempi più lunghi: due intere giornate che prevedono molteplici attività completamente avvolte nella creatività e nell’arte, delineando, in chiave digitale, una linea sottilissima tra il sonoro e il visivo, rivolgendo particolare attenzione agli aspetti stilistici, scenici, performativi, ed a esperienze immersive.

MIRA, Digital arts Festival: Gli Orbital chiudono il programma dell’edizione 2022

Gli organizzatori che si avvalgono di prestigiosi sponsor, tra i quali Ideal, Bershka, Patreon, in questi giorni, hanno consegnato al pubblico l’intera programmazione che chiude con Orbital il duo britannico dei fratelli Paul e Phil Hartnoll, icone dell’elettronica del Nord Europa negli anni ’90. L’occasione permetterà loro di  presentare l’ultimo lavoro “30 Something” che celebra il trentesimo anno di attività del duo riproponendo i passaggi più emblematici del loro percorso artistico.

SQUAREPUSHER al secolo Thomas Jenkinson aprirà le atmosfere live del festival con la sua acid house ipnotica e le sue ben note evoluzioni ritmiche.

 

Con Voices from the lake, Neel e Donato Dozzy, si prospetta, in modo originale, una sintesi che proietta verso ambientazioni meta-dimensionali, caratterizzate da una profonda ricerca che sfiora i confini scientifici.

 

Clark che reinterpreterà BODY RIDDLE; i NEU! che spegneranno sul palco le candeline per festeggiare i cinquanta anni dalla loro nascita datata, appunto 1971; e ancora Alva Noto e Caterina Barbieri proporranno i loro ultimi lavori.

Kali Malone scalderà presentando il suo ultimo progetto costruito con chitarra e violoncello secondo i tecnicismi della musica acustica creando atmosfere evocative e fortemente suggestive. Presenti anche Blawan con Bernhard Holaschke che legheranno la loro arte piegando ritmi legnosi e martellanti a processi psicologici e creativi.

MIRA, Digital arts festival: l’incontro artistico in varie forme di diverse culture

Grande attesa anche per Loraine James, che nell’ultimo anno ha confezionato tantissime presenze nella stagione dei festival e che, determinata nel suo progetto electro-jazz, duetterà assieme all’artista visiva Alessandra Leone, in una veste del tutto inedita. Torna, attesissimo, dopo quindici anni, Bogdan Raczyński.

Inoltre, il Festival sarà caratterizzato dalla presentazione del nuovo lavoro di KMRU e Aho Ssan, che con le loro originali commistioni e sperimentazioni acustiche connettono i luoghi sonori del cyberpunk; Phase Fatale e Pablo Bozzi con Soft Crash, mix perfetto tra techno e sonorità italiane; altro ritorno quello di Moin, stavolta con la batteria di Valentina Magaletti; il nuovo lavoro di sintesi modulare del produttore americano Keith Fullerton Whitman;

Somos la Herencia, direttamente da Madrid con la loro elettronica post-punk, che lasceranno il palco ai ritmi atipici dei Dama Area, maestri nell’alternare arpeggi e percussioni. A concludere si inseriranno, infine, nelle sezioni dei live, le strutture di Ivankovà, creando atmosfere dal sapore ancestrale dentro un movimento musicale composto da stratificazioni spirituali,vocalismi e ripetizioni sonore.

Infine, aspettando l’alba il Mira Festival proseguirà con una dj session che riprende le scene dei rave londinesi: TSVI b2b Object Blue, Nia Archivi e DJRUM.


Una line up nutrita, ricca di contaminazioni e generi classici e contemporanei che ripercorre, grazie alla presenza delle massime espressioni artistiche, oltre mezzo secolo di musica elettronica.
MIRA, Digital arts festival, è una mescolanza di incontri, un cespuglio di espressioni artistiche variegate che rispecchiano pienamente l’eclettismo della scena elettronica e la capacità di collegare, integrare elementi diversi lasciando aperte le possibilità di creare per il prossimo futuro, nuovi paradigmi.
11 e 12 novembre 2022 Mira Digital Arts Festival, nel cuore di Barcellona, ci aspetta!