− six = four

Definita come “Una breve storia della musica elettronica”, Google propone questa iniziativa arricchendola di musica, tecnologia e storia seguendo un punto di vista internazionale.

Quando è nata esattamente la musica elettronica e quali sono i fattori che ne hanno favorito lo sviluppo ? Sicuramente un titolo da tesi di dottorato in Storia della Musica (contemporanea) eppure Google ci propone un percorso attraverso un suo nuovo progetto denominato “Music Makers & Machines”.

Attraverso uno specifico sito e supportato da oltre duecento articoli online ed esposizioni di oltre cinquanta istituzioni di quindici diverse nazioni, “Music Makers & Machines” ci invita ad esplorare ogni esposizione dal punto di vista del “nerd” da quello di chi ama e segue la musica elettronica, da chi si definisce un clubber oppure si sta affacciando al genere da nuova leva. Tutti i contenuti sono fruibili in modo interattivo.

Un esempio? L’AR (‘Augmented Reality’) Synth : un esperimento interattivo che permette di suonare i sintetizzatori del tipo Moog Memorymoog, ARP Odyssey, CMI Fairlight, Roland CR-78 e Akai S900 grazie alla scansione dei pezzi originali custoditi nel museo Svizzero degli Strumenti Musicali per la musica Elettronica. Tutto fruibile con piattaforme Android, iOS o da desktop stando seduti comodamente sulla poltrona!

Il viaggio prosegue attraverso i locali storici del clubbing Berlinese, con la possibilità di capire come funziona il Theremin e conoscere le personalità imprenditoriali storicamente più importanti che hanno dato lustro al mondo della musica elettronica come Raymond Scott e Alan R. Pearlman; approfondire il lavoro del compositore della ‘musica concreta’, Pierre Schaeffer e Daphne Oram, una delle prime compositrici di musica elettronica ed ammirare i volantini degli eventi e dei concerti più famosi, visitare studi di registrazione o perfino conoscere artisti.

Nondimeno, l’esperienza può essere arricchita da approfondimenti sui generi, sulle regionalità, sulle etichette. E tutto ciò non è sapere enciclopedico, ma caratterizzato da presentazioni attive e dinamiche che possono catturarci e catapultarci in un mondo meraviglioso e multiforme.