− one = 1

Nicolás Jaar, producer di origine cilena, propone due bandi dedicati agli aspiranti musicisti americani residenti nell’area di Los Angeles e alle persone di lingua spagnola.

Nicolás Jaar sta lanciando dei programmi di sovvenzione per giovani artisti americani. Lo sta facendo insieme alla sua etichetta “Other People”. Questa operazione è destinata ad aspiranti musicisti ed è divisa in due parti. Una si chiama “Overtones” ed è dedicata gli abitanti dell’area di Los Angeles, dando priorità agli appartenenti a comunità svantaggiate. L’altra si chiama “Ladridos” e ha come target tutte le persone di lingua spagnola del continente, dal Cile al Canada.

Entrambi i programmi dureranno otto settimane e ognuna di queste sarà suddivisa a sua volta in due workshop. Verranno selezionati otto partecipanti per ognuno dei due percorsi. Ogni persona, inoltre, riceverà 4.375 dollari di stipendio per poter coprire i costi e le spese durante tutta la durata dell’operazione. Ogni aspirante musicista dovrà avere un’età compresa tra i 18 e i 32 anni.

I due workshop tratteranno tematiche diverse. Il primo di questi verrà tenuto da Jaar stesso. Si focalizzerà sullo studio della produzione musicale elettronica tramite il softwareAbleton Live 11”. Il secondo invece tratterà argomenti diversi a seconda del programma di sovvenzione specifico.

Overtones” si occuperà di esplorare “gli strati di frequenze al di sopra del suono armonico. Elementi che si possono udire, ma di cui non si ha piena consapevolezza nel sentire. Sottigliezze di profonda risonanza.” Questo è quanto si può leggere sul sito di “The Rising Artist Foundation”.L’ Ente statunitense ,specializzato in sovvenzioni per giovani artisti, sarà partner di questo programma. Durante questo laboratorio, oltre allo studio delle sfumature (“overtones” appunto) all’interno del processo creativo, si cercherà di fornire strumenti per navigare e demistificare l’industria musicale. Il tutto culminerà in una performance showcase all’interno un locale di Los Angeles.

Ladridos” (latrati in spagnolo) avrà come tema: “¿Qué significa ser de aquí?” (Cosa significa essere di qui?). Una riflessione sul comune denominatore tra persone che parlano spagnolo in America. Tutto questo per declinare cosa costituisca l’insieme di individui che vivono ed interagiscono in quella parte del mondo. Il workshop si terrà a Santiago del Cile e sarà coordinato dal magazine musicale “Grieta”. Il tutto culminerà con la realizzazione di una compilation con i brani realizzati dai partecipanti che uscirà nel 2023.

Attualmente vi è la possibilità di iscriversi ad entrambi i progetti. (qui per “Overtones” e qui per “Ladridos”)