8 + one =

Quest’inverno, i pionieri della techno di Detroit Octave One ristabiliscono il loro side-project introspettivo Never On Sunday con un nuovo fantastico doppio EP, “Contemplate”.

 

Gli Octave One hanno rianimato il loro alias degli anni ’90 Never On Sunday annunciando l’uscita del loro doppio EP Contemplate”, prevista il 28 gennaio per l’etichetta 430 West Records  proprio dei fratelli Burden.

Contemplate è il primo EP del loro side project più downtempo dai tempi di Day By Day nel 1992. Il disco è stato annunciato l’anno scorso con un singolo, The Bearer”, che è arrivato con dei remix degli stessi Skream, P41 e Octave One.

Ma procediamo per gradi.

L’alias Never On Sunday è apparso per la prima volta nel 1991 in uno split EP con MK, all’ anagrafe Marc Kinchen anche lui nativo di Detroit e grandissimo produttore, remixer, DJ e capo dell’etichetta Area10, ed è rimasto inattivo fino al 2018, quando i fratelli si sono esibiti in un concerto audiovisivo a Roma. Never On Sunday debuttano così per la prima volta nel 1991 sull’etichetta classica di Carl Craig Retroactive con il brano “The Journey“,  sviluppando un suono con groove più lenti e più profondi introducendo ritmi e voci sperimentali.

In seguito al grande successo riscontrato, hanno prodotto l’EP “Day by Day” nel 1992 per la loro 430 West Records. Limitato a 300 vinili  completamente bianchi e firmati, il disco ha rapidamente guadagnato lo status di cult ed è diventato subito molto ricercato da appassionati di vinile.

Interrompendo bruscamente la produzione di Never On Sunday nel 1992, Lenny e Lawrence continuarono a registrare con il loro famosissimo soprannome Octave One, concentrandosi principalmente sulla pista da ballo 4/4 per diversi decenni.

Ad un anno dalla pubblicazione del singolo”The Bearer”, finalmente l’EP “Contemplate” uscirà questa settimana.

Questo inverno, a vent’anni esatti dall’uscita del loro EP “Black Water”, i pionieri della techno di Detroit Octave One ristabiliscono il loro introspettivo side-project Never On Sunday con un nuovo fantastico doppio EP, Contemplate. I Burden Brothers sono stati impegnati come sempre nel 2021 con un terzo volume nella loro serie Locus of Control, alcune nuove rielaborazioni e le prime tracce di Never On Sunday dagli anni ’90.

I fratelli sono tornati in studio con la cantante, Karina Mia ed hanno dato vita ad un progetto riservato ad atmosfere più introspettive e groove più profondi, ispirati proprio da questi ultimi anni di pandemia.

Lato A

The Bearer si apre in modo meravigliosamente malinconico. Un malinconico sintetizzatore solista è sospeso nell’aria mentre un frizzante breakbeat alimenta il groove, ma è la voce sbalorditiva e tenera di Karina Mia che tira davvero il calore. Accende di nuovo i rombanti breakbeat di “Contemplate”, la sua voce dolorante fornisce il punto centrale della melodia cosmica tutt’intorno. Chiudendo il lato A, “Enterstella” è un intrigante pezzo ambient di tre minuti con macchine gorgoglianti e sintetizzatori striscianti che ti portano in profondità in un altro mondo.

Lato B

Il fantastico “Price We Pay” (mix principale) è un’altra escursione celestiale con brillanti e lussureggianti scintillii cosmici e la voce sincera di Mia che lenisce l’ anima. L’ampio basso aggiunge un peso reale, quindi “A Moment of Truth” rallenta le cose a un ritmo coinvolgente e atmosferico. Suoni maestosi di archi, luci astrali e un leggero breakbeat ci farà sprofondare in uno spazio mentale pensieroso, poi “Metal Forest”  lascia la mente pulita con i suoi effetti sonori acquosi, tintinnii di vetro e atmosfera paradisiaca perforati solo occasionalmente da grandi e sonori colpi di campana.

Questo EP cinematografico dimostra che Never On Sunday è un yin perfettamente downtempo e chill rispetto al più energico techno yang di Octave One.

Pre order qui

leggi anche: COME ‘BLACKWATER’ DEGLI OCTAVE ONE DIVENNE PER CASO UNA TRACCIA CULT