eighty six − 80 =

Secondo annuncio degli headliner dell’OFFSònar 2020 che dal 18 al 21 giugno, come ogni estate, prenderà possesso degli spazi all’aperto del Poble Espanyol sulla collina del Montjuic nella zona meridionale di Barcellona.

E’ stata resa nota oggi, infatti, la seconda tranche di artisti che daranno vita a OFFSònar, evento parallelo al celebre main festival catalano a partire dai nuovi headliner confermati: Moodymann, Inner City, Daniel Avery, Haai, Kobosil, Dr. Rubinstein e Dax J.

Nello stage di Plaza Mayor è confermato per giovedì 18 giugno il party firmato Circoloco; venerdì 19 sarà il turno di un evento inedito che avrà come protagonisti la superstar Paul Kalkbrenner e Boris Brejcha, mentre sabato 20 ritorna l’appuntamento con lo showcase Drumcode firmato da Adam Beyer.

Il weekend di OFFSònar si chiuderà con l’atteso e immancabile party Innervisions, curato dai due cofondatori della label tedesca, Dixon e Âme, che anche quest’anno includerà tutti gli stage del Poble Espanyol e che vedrà alternarsi alla consolle, oltre ai due artisti sopra citati, anche gli alti protagonisti della label: Agoria, Âme in versione back to back con Marcel Dettmann e Rødhåd, Daniel Avery con HAAi, Denis Horvat, l’eclettico DJ Koze, Donna Leake, Dr. Rubinstein, Gerd Janson, Kia, Or:la b2b Roi Perez, Perel Live, il catalano Pional e Trikk.

Nella suggestiva location del Monasterio illuminata dal tramonto sulle colline di fronte al mare, inoltre, andrà in scena in una versione estesa la perfomance di Carl Craig con il suo progetto Detroit Love, al quale prenderanno parte anche altri alfieri del sound della Motor City come gli Inner City (che si esibiranno dal vivo), Mirko Loco, Moodymann, Octave One (live) e Flo Real.

Rivelata, infine, anche la line-up dello showcase di Amelie Lens, che ripropone il suo Exhale sul palco La Carpa condividendo la consolle con Dax J, Farrago, Kobosil e Rachel Lyn.

Leggi QUI il nostro articolo sull’intera lineup dell’edizione 2020 Sònar Festival.

QUI, invece, il sito ufficiale di OFFSònar.