+ 10 = fifteen

Il leggendario locale della Grande Mela, il Paradise Garage, diverrà molto presto il protagonista di una pellicola proiettata sul grande schermo.

La notizia sul prossimo film dedicato al Paradise Garage è stata ufficializzata solo quante tempo fa, ma già sono stati resi noti un paio di dettagli fondamentali.

Ufficialmente chiuso nel Settembre del 1987, Il Paradise Garage è all’unisono riconosciuto come una delle culle fondamentali dell’House Music, una di quelle storiche locations che al pari, se non più di altre, ha evidente contribuito al florido proliferare di questo genere musicale e della cultura che ne è ad essa associata.

La gloriosa decade di attività del locale, abbinato alla residency di Larry Levan (figura che non ha bisogno di alcuna presentazione e che vi raccontiamo in 22 tracce), sono elementi essenziali da cui l’attuale scena ”elettronica” non può assolutamente prescindere.

In ragione di tutte queste considerazioni, il Paradise Garage e la figura di Levan rivestiranno un ruolo fondamentale in un nuovo film, diretto da Jonathan Ullman, che illustrerà come effettivamente questi abbiano contribuito più di qualunque altra cosa nel dare concretezza (e bellezza) alla vita notturna della metropoli statunitense nel pieno del periodo a cavallo tra gli anni ’70 ed ’80.

Ullman non si limita al contesto newyorkese; scopo ne è anche quello di illustrare il “beneficio” che la contemporanea industria della Dance Music (interpretata nella sua accezione più generale) ha ricevuto di tradizione dalla vita del locale e dalla professione di Levan.

Ullman per la verità è un grandissimo conoscitore della realtà del Paradise Garage: è stato già produttore di un mini-documentario (riportato quì di seguito), un filmato lungo non più di 15 min. contorno di eccellenza di un party commemorativo in tributo alla carriera di Larry hosted by Red Bull Music Academy nell’11 Maggio 2014.

Numerose figure dello staff originario sono state interpellate così da garantire agli spettatori il maggior coefficiente di “verità”, tra questi spiccano le figure di Joey Llanos e David DePino.

Per ora, chi interpreterà il ruolo di Michael Brody (proprietario del Paradise Garage, cui il film riserva un’ampia parentesi di riferimento) è ancora un incognita. Kobna Holdbrook-Smith sarà colui che incarnerà invece i panni di Larry Levan.

ERRE