six + = eight

Da circa tre giorni Paul Johnson è ricoverato in gravi condizioni a seguito della positività da Covid-19: un altro duro colpo alla club culture

“Senza musica la vita sarebbe un errore.”

(Friedrich Nietzsche – Hymnus an das Lebe)

Questa frase nella sua essenzialità è lapidaria e racchiude, nella sua semplicità, la vita di un uomo che, purtroppo, sta attraversando una delle sfide più difficili: Paul Johnson all’età di 50 anni è risultato positivo al Covid-19.

I momenti che sta affrontando sono concitati e l’aggravarsi della situazione sembra dietro l’angolo.

Che lo stato di salute di Paul Johnson non fosse delle migliori era cosa risaputa, però fa sempre male pensare quanto sia fragile la vita anche di eroi come Lui. Abbiamo avuto modo di chiacchierare con Paul recentemente e, sebbene con fare piuttosto risoluto, le sue risposte sono state per noi illuminanti: sicuramente tanti di voi lo ricorderanno per la sua hit mondiale “Get Get Down”, eppure dietro questo colossal musicale c’era tanto di più; un uomo che aveva fatto della musica un strada da percorrere giorno dopo giorno.

Pochi giorni fa in un video che lo ritraeva in un letto di ospedale Paul, sempre con sorriso, fa il triste proclama ai suoi amici di Instagram “Yo, sono positivo al Covid”. Purtroppo nei tre giorni successivi la situazione è andata peggiorando e abbiamo visto un Paul Johnson sempre più legato ai macchinari fino ad arrivare ad oggi: è il 21 luglio 2021, Paul Johnson è attaccato a respiratori senza i quali potrebbe morire.

Non mollare Paul, noi siamo tutti con te.