fifty nine + = sixty one

Amotik e Janice pubblicano insieme un EP sulla label olandese Reclaim Your City. Ascolta adesso in anteprima assoluta il brano “Hara”.

Approdato nella scena techno europea nel 2015, Amotik è uno di quei nomi che qualsiasi amante della buona techno conosce. Le sue produzioni, nel corso del tempo, hanno raggiunto obiettivi notevoli fino alla pubblicazione in label di spessore come: 47Bpitch e FIGURE.

Ebbene si, con sede a Berlino, il produttore tedesco ha avuto l’onore di sedersi alla destra dei migliori e oggi fa notizia con l’uscita di un nuovo EP tutto da scoprire.

L’EP, realizzato in collaborazione con Janice, è in uscita su Reclaim Your City il prossimo 13 settembre e sarà distribuito in digitale e in vinile.

Janice

Janice

La collaborazione tra i due ha dato vita a “XVII”, l’EP composto da 4 brani capace di tracciare nella mente degli ascoltatori orizzonti elettronici ben definiti, frutto delle esperienze che hanno coinvolto i due produttori negli ultimi anni.

Difatti Amotik ha scelto di affiancarsi a Janice perchè anche quest’ultimo presenta un background veramente interessante. Affacciatosi al panorama techno nel 2016, anche Janice ha collezionato un successo dietro l’altro. Portando le sue performance all’attenzione di un pubblico non sempre molto semplice, ma che lo ha sempre acclamato dal basso della pista.

Corsica StudiosBerghain e Radio Radio, sono solo tre dei club in cui il giovane artista tedesco ha avuto modo di esibirsi, ma fungono da perfetto biglietto da visita per capire con chi stiamo avendo a che fare.

Tracklist

A1 Amotik – Narangi
A2 Amotik – Hara
B1 Janice – Mass Formation Hypnosis
B2 Janice – Names And Excuses

Amotik e Janice

Quattro brani dall’incredibile impatto sonoro. La prima traccia intitolata “Harangi” è a cura di Amotik e si presenta come un disco con una particolare sintesi emotiva e un’incredibile evoluzione di paesaggi sonori scintillanti.

Il secondo brano lo puoi ascoltare in anteprima assoluta solo sul nostro canale SoundCloud ed è intitolato “Hara”. Rispetto alla prima traccia, questa riuscirà a scatenare qualsiasi animale da pista, grazie alla presenza di trame scricchiolanti con toni deformati e bassi molto prepotenti.

L’EP prosegue con le ultime due tracce a cura di Janice. Il terzo brano intitolato “Mass Formation Hypnosis” rende il produttore agile quasi quanto un pittore, solo che al posto dei pennelli Janice ha usato suoni aggressivi tipici della techno made in Berlin, tracciando così una tavolozza sonora meccanicamente perfetta.

L’ultimo brano intitolato “Names And Excuses” è stato concepito come un vero e proprio trip da regalare all’ascoltatore. Percussioni sferraglianti e sintetizzatori alla deriva chiudono un disco che nel complesso possiamo affermare di aver apprezzato tanto.

Vi ricordiamo che l’uscita di “XVII” è prevista per metà settembre, vi consigliamo di dare un’occhiata alla pagina bandcamp della label.