fbpx

In anteprima su Parkett vi presentiamo “dub01b”, una traccia estratta dall’ultima release seekers composta dal maestro dell’house music Scott Featherstone sotto il suo alias Triform.

A poco più di un anno dall’uscita del suo ambizioso Flash Dynamic Triade Color Test, seekers ritorna a far parlare di sé con la pubblicazione del primo album di Triform, figura che sin dagli anni ’90 ha contribuito alla crescita del movimento underground con gli ep rilasciati su Deeper Audio Cuts, Undefined Music e, più recentemente, su Faciendo.

SKR009 si intitola “What He Does” e consacra così uno dei producer più interessanti dell’ultimo trentennio con un lp formato da 4 inediti dell’autore risalenti agli anni ’90 e da 5 lavori più recenti: inoltre, 3 delle 9 tracce presentate, sono state appositamente riviste e pubblicate in una nuova veste “seekers edit”. Il risultato finale è un album solido, orientato al dancefloor, che racchiude il passato, il presente e il futuro dell’artista.

Triform

La prima traccia, l’introduzione appunto, vuole essere un omaggio al padre e al suo rapporto con la produzione musicale: si tratta infatti di una registrazione effettuata da Scott Featherstone all’insaputa del genitore mentre spiega al telefono l’attività del figlio. Le tracce successive del lato A invece, sono quelle che ci immergono nell’universo artistico di Triform, un mondo fatto di influenze rétro, come ad esempio in “Return to Jack”, di groove intensi, di pad “dub” e di aperture verso la deep-acid house.

Quest’oggi abbiamo deciso di presentarvi in anteprima “Dub01b”, una composizione dove spicca immediatamente quello che è il protagonista della traccia, un basso profondo che le conferisce una dimensione squisitamente dancefloor-friendly. La parte vocale, unita a un tema melodico minimalista e ai synth ampi che lo accompagnano, rendono “dub01b” quello che potremmo definire un “instant-classic”, un ascolto che rimane impresso nella mente per il suo suono accattivante e avvolgente.

Dopo l’overture dedicata al padre e prima di “dub01b”, il lato A di SKR009 si apre con “Return To Jack”, una delle vecchie tracce di Featherstone, dove frequenze deep e synth celestiali vengono supportati da una base ritmica tipicamente anni ’90. Return To Jack è infatti una traccia composta a partire da vecchio materiale registrato quasi trent’anni fa.

Anche il B-side del primo disco conferma il grande spessore di quest’album, con le percussioni tribali – e a tratti ipnotiche – di “Jamarimba”, altra produzione proveniente dal passato di Triform. Proseguendo nell’ascolto di SKR09, “Let The People” ha catturato la nostra attenzione per la dimensione electro della sua bassline, che ci ha per un attimo inserito all’interno di una dinamica molto più vicina all’italo disco che all’house. Inoltre, anche questa scrittura avvenne dopo il ritrovamento di vecchio materiale inciso su nastro.

seekers - SKR009

SKR009 tracklist

La seconda parte dell’album di Triform si apre con “Akaiand”, una produzione leggermente più dark rispetto a quelle che la precedono. Le sue rimiche profonde e incantatrici sono seguite da scorci melodici e percussioni latineggianti; il tutto viene perfettamente bilanciato da una bassiline progressive-house a cui si somma il suono di un vecchio telefono che ne esalta il groove. L’atmosfera dub e primordiale di “Akaiand” è l’elemento chiave per quella che secondo noi è una delle tracce più significative dell’album. “Akaiand” infatti unisce passato e presente della musica house in un lavoro che esce dai tipici canoni spazio-temporali, consacrandosi come timeless track.

Il terzo lato del doppio disco si chiude con “Midnight”, un lavoro risalente al 1997 in versione “seekers edit”. L’edit seekers velocizza la traccia dandole una nota acid, e trasformandola nella produzione più techno-oriented della release.
Il D-side infine, si distingue per altri due lavori provenienti dagli anni 90: le incalzanti percussioni di “Bright” riprendono e amplificano la dimensione dark di ”Akaiand” mentre “Bitrack” è una traccia che ha come protagonista un tema melodico intenso e magnetico.

SKR009 è già disponibile in pre-order sul sito Small Black Dots, shop e distribuzione che da anni promuove artisti ed etichette di spessore all’interno del panorama underground europeo. Anche in questo caso, come in tutte le precedenti release, l’artwork è stato realizzato dall’artista Mona Bit.

Seekers Faciendo

seekers inoltre, dopo una serie di party che nel 2021/2022 hanno portato Alex Picone e i suoi ospiti nei più importanti club d’Europa e dell’America Latina, ha annunciato il suo primo showcase del 2023: il 17 febbraio infatti l’etichetta, in collaborazione con Faciendo, porterà all’Hoppetosse di Berlino Alex Picone, Cosmic JD, Marco Malpeso, Nick, Faciendo Soundsystem (aka Desyn, Rama e Tom Morgan). All’Hoppetosse si esibiranno in un live set esclusivo anche Eversines e Luca Piermattei. Il 31 marzo invece, sempre nella capitale tedesca, sarà lo stesso Triform a presentare il suo nuovo live in occasione del party Hoppetosse x Novaturient, agenzia berlinese che fa riferimento allo stesso Scott. Per scoprile quali saranno le prossime release e i prossimi showcase organizzati dall’etichetta vi consigliamo di tenere d’occhio la pagina web seekers QUI.

Available for Amazon Prime