− one = nine

Oscar Mulero, Ben Sims, Zadig e Anthony Rother, sono solo tre dei 18 grandi artisti che hanno contribuito alla realizzazione della prossima compilation Source Artists.

“Unique Exercises compilation” è il nome dell’eccezionale compilation in uscita il prossimo 7 aprile su Source Artists. Perché secondo noi è una compilation davvero speciale?

I motivi potrebbero essere molteplici, ma la nostra attenzione si focalizza su un paio di elementi, tra cui la presenza di diversi generi, che nonostante le differenze stilistiche riescono a dare vita ad un’opera realmente singolare.

Ma prima di procedere con la scoperta della compilation occorre fare un passo indietro e spiegare meglio della Source Artists.

Nel dettaglio, parliamo di una delle agenzie di booking più in voga del continente. L’agenzia all’interno del suo rooster vanta i migliori artisti del settore, che in occasione dell’uscita di questa raccolta, hanno collaborato tutti insieme per creare qualcosa davvero di magico.

Tracklist

  1. Adriana Lopez – Hidden Motive
  2. Alessandro Adriani – Wounds
  3. Alienata – On the Way
  4. Anthony Rother – Hydrocarbon
  5. Ben Sims – EMDR
  6. Bloody Mary – Inner Growth
  7. Cardopusher – Sealed Human
  8. CONCEPTUAL – Vigo e Vegeto
  9. Kessell – Perfect Symmetry
  10. Kwartz – Moving Charges
  11. Lewis Fautzi – Ionisation
  12. Nørbak – Point Of No Return
  13. Oscar Mulero – Serpent
  14. P.E.A.R.L. – Serpent Flame
  15. Psyk – Deuce
  16. Tripeo – Hive Mind
  17. Umwelt – Don’t Believe The Hype
  18. Zadig – The Rifleman

Source Artists

Arte e musica elettronica: è così che vediamo il futuro

Questa però non è una semplice compilation. Nel dettaglio si tratta di una raccolta audio visiva che oltre a mettere insieme i migliori artisti del panorama techno mondiale, rappresenta il futuro della musica elettronica secondo la Source Artists.

Un futuro rappresentato da diciotto brani che riescono a coprire ogni angolo di musica elettronica. Traccia dopo traccia, l’ascoltatore può abbandonarsi a quei dettagli che diventano progressivamente più precisi e ipnotici.

Per poi lasciarsi rapire dagli impulsi elettronici robotici, atmosfere acide, EBM freddo e duro o esperimenti industriali e rude.

Inoltre, per ogni traccia è stata realizzata un’illustrazione diversa e ben precisa a cura di Patti Hazel. L’artista multidisciplinare si è occupato di coordinare tutto il comparto grafico contribuendo alla grande uscita dell’opera.

La perfetta riuscita del progetto non sarebbe andata a buon fine senza il lavoro di Efren Mur, altro artista grafico che si è occupato di riadattare digitalmente l’audio e le 18 illustrazioni.

Delle opere d’arte così belle sono perfette per accompagnare dei nomi così imponenti sulla copertina. Infatti, hanno collaborato alla realizzazione del progetto i migliori produttori di musica techno.

Oltre ai cosiddetti pilastri come per esempio Ben Sims o Oscar Mulero, leggiamo in copertina anche di artisti più giovani che abbracciano un sound più sperimentale. La scelta della linea artistica conferma che l’intenzione del progetto è quello di arrivare a tutti.

Le tracce di questa compilation possono stupire i più giovani, grazie allo stile turgido e senza compromessi degli artisti appartenenti alla vecchia guardia, mentre i produttori appartenenti a quelle correnti più contemporanee potrebbero dare lezione ai vecchi artisti su come sperimentare qualcosa di nuovo che metta d’accordo tutti gli amanti della musica elettronica.

Abbiamo scelto di regalarvi un’anteprima della raccolta, scegliendo un brano Electro a cura di Anthony Rother.

Dopotutto Anthony Rother è tra gli artisti più quotati del momento. Dopo il silenzio pandemico i festival e le iniziative hanno iniziato a sbocciare proprio come i fiori in primavera, è da questa fioritura che abbiamo letto il nome di Rother nelle migliori line up di questa estate, tra cui quella del Dekmantel.

Per ulteriori dettagli visita il seguente link.