+ twenty one = 25

In un mondo sempre più propenso al virtuale, nasce RCRDSHP, una piattaforma digitale dove appassionati di musica possono acquistare box interattivi contenenti oggetti digitalizzati, video o addirittura tracce inedite di artisti appartenenti alla scena musicale elettronica.

Nel 1941 Marcel Duchamp presentò al mondo la sua Scatola in una valigia (Boîte-en-valise), concepita dall’artista come un’opera in sé, una sorta di album in cui raccogliere le riproduzioni di tutte le sue opere realizzate fino a quel momento. Nella Scatola in una valigia si individua di solito la conferma della totale rinuncia all’arte tradizionale di Duchamp e della sua riflessione sull’«opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica».

82 anni dopo, la nascita del metaverso spinge gli artisti ad intraprendere una nuova visione e conservazione delle loro opere d’arte, cercando costantemente quella “riproducibilità tecnica” ormai diventata quasi un’utopia, emulando forse inconsciamente l’artista francese e la sua opera più grande.

Così si sviluppa l’idea di RCRDSHP , nata la scorsa estate come una piattaforma di collezionismo digitale, e che sarà presente la prossima settimana all’IMS di Ibiza. RCRDSHP ha l’obiettivo di avvicinare artisti e fan attraverso il mezzo della blockchain (letteralmente “catena di blocchi” ovvero una struttura dati condivisa e “immutabile” la cui integrità è garantita dall’uso della crittografia ) e saldamente radicata nel metaverso e nel nuovo mondo.

“RCRDSHP ha lanciato un nuovo tipo di spazio per far prosperare la cultura della musica elettronica, uno che sfrutta appieno tecnologia all’avanguardia come blockchain e NFT, sfruttando al contempo le dinamiche e la ludicizzazione della piattaforma su larga scala”, afferma il cofondatore e CEO Obie Fernandez. In questi pochi mesi di esistenza, la piattaforma vanta già la pubblicazione di moltissimi contenuti.

I pacchetti GENESIS sono il frutto di collaborazioni con DJ e produttori leggendari, etichette iconiche e importanti festival che abbracciano il mondo e coprono una gamma completa di generi di musica elettronica, per cambiare definitivamente il gioco della musica indipendente.

 Questi “box” conterranno  oggetti da collezione (proprio come la Scatola in Valigia di Duchamp) e saranno i primi di un’ impressionante gamma di collezionabili musicali, pensati per una stimolante, coinvolgente e creativa razione tra gli artisti e i loro fan più fedeli, assicurata dalla blockchain e dai token non fungibili.

La scorsa settimana, in data  19 aprile, RCRDSHP ha lanciato un’enorme collaborazione con la leggendaria etichetta techno di Sven Väth, la Cocoon Recordings al loro primo lancio NFT completo. Tutti gli oggetti da collezione inclusi in Cocoon Recordings: An Introduction contengono musica che può essere trovata solo su RCRDSHP. Tra gli artisti in evidenza ci sono Pig&Dan, André Galluzzi, Gregor Tresher e lo stesso Sven. Le loro tracce sono abbinate a accattivanti opere d’arte e molte contengono video esclusivi per dare uno sguardo all’interno del loro processo creativo.

Ecco alcuni dei partner musicali di RCRDSHP : Aneesh Gera, Bar25, Black Hole, Circus Recordings, CloudKid, Dexter King, Ashley Wallbridge, Recordings, Blanco Y Negro, D-Unity/Unity Records, Great Wall Festival, Blacksoul Music, Christian Barbuto, Dino Maggiorana, Kaiserdisco, Kaiser Souzai/Ballroom Records, HQ Recordings, Iboga Records, DiscoFries, The FatRat, Scumfrog, and D-Nox & Beckers.

Leggi anche : Metarave: quando la musica elettronica conquista il metaverso