− 6 = one

shazam juno records parkettNEWS di Marco Ianne

Nel febbraio dello scorso anno Shazam, l’app leader per smartphone con la peculiarità di riconoscere musica e media circostanti, ha annunciato la sua partnership con Beatport aggiungendo ad un già vasto database musicale un surplus extra di 1,5 milioni di tracks di derivazione elettronica rendendo in tal modo l’app infinitamente più utile e variegata per i seguaci della dance music.

Ma Shazam non si pone limiti, anzi ha approfittato della Winter Music Conference di Miami per annunciare un nuovo legame che la fa diventare maggiormente efficace, utile e ancor più regina incontrasta del mercato: l’app si è unita a Juno Records, distributrice musicale per eccellenza, la quale dispone non solo dei formati multimediali ma anche dell’esclusivo rilascio in anteprima di vinili; questa nuova alleanza contribuirà cosi all’ingresso in Shazam di nuovi flussi di tracks, compresi gli LP ed EP.
“Fondamentalmente, alcune delle più importanti e significative nuove pubblicazioni vengono rilasciate su vinile prima di espandersi in formato digitale “, ha detto Will Mills, VP di Shazam in un comunicato stampa. ”Quindi questo concede ai 420 milioni di utenti globali di Shazam un’esperienza ancor più prestazionale con un nuovo mondo da esplorare”.

Detto ciò, per i clubbers è una grande notizia, contribuirà a scovare tutta la miniera d’oro di ID tracks sconosciuti, d’altro canto non saranno cosi entusiasti i Dj desiderosi dell’ esclusività dei loro showcase.

Marco Ianne