− two = six

affekt recordings parkettNEWS di Pier Paolo Iafrate

Dopo aver dato vita a produzioni esemplari come “Hazy Way” o “Obsessive Sound”, dopo l’uscita del suo primo album “Psiko Garden” nel 2006 per la label Global Underground, dopo aver suonato nei top Club di tutto il mondo

Ministry of Sound Londra, Dc10 Ibiza, Pacha Buenos Aires, Magazzini Generali Milano, Sazae Osaka, Branceleone Roma, Cafè D’Anvers Belgio e tanti altri, Alex Dolby sente un bisogno primordiale, evolversi!

Cosi nel 2013 Alex decide di aprire un club underground nel quale si esibiscono nomi altisonanti quali Norman Nodge, Tommy Four Seven, Shifted, Markantonio, Marco Faraone, Chris Tietjen , Len Faki, Joran van Pole, Reeko, Oscar Mulero e molti altrt: l’ Affekt Club! Il suo intento è non solo di proporre la musica ed il genere caro al founder, Alex Dolby, una techno memorabile, ma anche e soprattutto dar modo ai dj emergenti e talentuosi di avere una label che li supporti. Nasce così Affekt Recordings.

A distanza di un anno dalla sua creazione, l’ossatura di Affekt Recordings sembra essersi evoluta  e  calcificata; rafforzata e rinvigorita. Il merito è non solo delle sue due prime uscite, l’EP Viral e l’EP  Modular, ma anche e soprattutto dell’uscita del secondo album di Alex Dolby, Nefesis; un album contenente 10 tracce di pregevole fattura delle quali almeno due, “Paranco” e “Morphosis”, suonate da tutta l’elitè della scena techno underground, vere e proprie pietre miliari destinate a rimanere negli annali.
Ora Affekt Recording punta a vele spiegate verso una nuova meta, per dare continuità al suo successo ci aspettiamo ancora una volta qualcosa di grandioso.

Pier Paolo Iafrate