eighty seven − = seventy nine

Mancano due settimane all’inizio di uno dei festival più importanti del pianeta, il Sónar 2017 di Barcellona. Quest’anno l’evento comprende diverse iniziative, che vanno dall’esposizione “David Bowie Is” alla sempre più fitta scaletta di attività del Sónar+D.

Manca davvero poco al via del Sónar 2017. Il festival in quest’edizione ha deciso di regalare agli appassionati uno spettacolo senza precedenti, che comprende non solo dj set e live act, ma conferenze, esposizioni ed esperienze davvero uniche. Da mercoledì 14 giugno, data di inizio del Sónar+D e della serata inaugurale in cui si esibirà niente di meno che Björk in dj set, fino a domenica 18 (notte di chiusura del festival all’Auditori di Barcellona), Sónar ha deciso di proporre a tutti i partecipanti un’agenda mai vista prima.

Scopriamo insieme il programma dettagliato del festival.

Sónar+D & Björk Digital

Sónar+D è un’esperienza che il festival ha pensato per favorire lo scambio di nuovi progetti e la presentazione delle ultime tecnologie, che si svolgerà in un’area appositamente dedicata del Sónar de Día. Durante il Sónar+D i partecipanti potranno vedere da vicino le novità in materia di tecnologia, come ad esempio provare il mixer MODEL1 di Richie Hawtin, presentato proprio in quest’occasione durante la passata edizione del festival. Inoltre, Sónar+D comprende un’ampia varietà di esperienze che i partecipanti potranno intraprendere attraverso percorsi visuali, sperimentando la realtà virtuale oppure testando le ultime novità nel campo delle strumentazioni.

Google Brain ad esempio, esporrà il suo progetto di intelligenza artificiale “Google Magenta”, piattaforma che sarà in grado di creare musica, visual e sonorità mai udite prima, in maniera del tutto autonoma. Il ciclo di conferenze invece, si aprirà Mercoledì 14 con l’intervista che Brandon Stosuy farà a Björk, artista incaricata inaugurare il festival con uno speciale dj set di 4 ore. La stessa Björk presenterà per l’occasione “Björk Digital”, mostra della durata di un’ora e mezza che sarà aperta al pubblico a partire dal 14 giugno al CCCB di Barcellona.

Sónar+D dedica anche un’area alle startup, ai workshop, ed al fitto programma di conferenze alle quali parteciperanno personalità come John Acquaviva, Kink, RP Boo e molti altri altri specialisti ed addetti ai lavori del settore.
Per approfondire il programma completo di Sónar+D, clicca QUI.

Sónar Festival

Anche quest’anno, Sónar festival ripropone la sua classica formula Sónar de Día e Sónar de Noche. Sono confermatissime le collaborazioni con Red Bull Music Academy per quanto riguarda la sua versione diurna nella zona del Sónar Dôme, e quella con Resident Advisor per il by night al Sónar Lab.

La varietà della proposta artistica è mastodontica: dal re di Ibiza Marco Carola al nuovo progetto di Carl Craig e Francesco TristanoVersus Synthesizer Ensemble”. Ritornano inoltre al Sónar, Moderat, Nicolas Jaar, Nina Kraviz, Soulwax live e The Black Madonna.

Alcuni degli altri artisti che attueranno nell’edizione 2017 sono: Vitalic OCD live, Justice Live, Cerrone, Fat Freddy’s Drop, De La Soul, Eric Prydz, Heidi, Cerrone, Dubfire, Amnesia Scanner, Cashmere Cat, Suzanne Ciani, Jon Hopkins, Jacques Greene, Derrick Carter, GAIKA, DJ Shadow, Craig Richards, Optimo, Damian Lazarus, Floorplan live e RP Boo.

Come se non bastasse, il festival rilancia dopo il successo della passata stagione, il format “Sónar Car 6h set”, dove suoneranno i leggendari Masters At Work nella nottata di venerdì 16, Seth Troxler e Tiga in quella di sabato 17.
Da tenere d’occhio anche le coppie formate da Marcel Dettmann-Dr. Rubinstein, Daphni & Hunee e Overmono (Tessela & Truss).

David Bowie Is

Sónar Festival (come vi abbiamo annunciato qualche mese fa QUI) ha deciso di rendere omaggio al Duca Bianco, comprendendo nell’esperienza Sónar 2017 la possibilità di visitare l’esposizione “David Bowie Is”. La mostra, iniziata lo scorso 25 maggio al Museu del Disseny di Barcellona, contiene più di 300 oggetti personali di Bowie, che vanno dai costumi di scena ai manoscritti delle opere, passando da filmati inediti e fotografie.

David Lang “Death Speaks” performed by Stargaze e Nico Muhly

L’opera di Lang, definita dalla critica del settore come “uno dei migliori dischi del 2013”, verrà eseguita all’Auditori di Barcellona domenica 18 giugno alle 20.30. La serata finale del festival rappresenta un’occasione per poter assistere alla performance di “Death Speaks” interpretata dal collettivo berlinese Stargaze. Al pianoforte, ci sarà il compositore americano Nico Muhly, musicista che vanta collaborazioni con Björk, Antony And The Johnson e Philip Glass. André de Ridder sarà il direttore d’orchestra incaricato dell’esecuzione di un’opera che si divide in cinque composizioni inserite tra Pop e Musica contemporanea.

Per tutte le informazioni sul Sónar 2017, clicca QUI.