Technics, nel corso dell’IFA di Berlino, ha deciso di stupirci con effetti speciali presentando il prototipo del nuovo giradischi SP10R definendolo come “il giradischi analogico a trazione diretta più evoluto di sempre”.

La prima settimana di settembre è, per tutti gli addetti ai lavori del settore, la settimana dell’IFA di Berlino. Nonostante sia una fiera dedicata al mondo consumer electronic, diverse aziende sfruttano questo palcoscenico per presentare le loro novità anche in campo hi-end.

Sempre in questa location qualche anno fa Panasonic annunciava al mondo il ritorno del marchio “Technics” sul mercato dell’audio ad alta definizione. E sempre qui è “rinata” la leggenda del SL1200.

Anche per quest’anno Panasonic ha deciso di sbaragliare tutti presentando il prototipo del nuovo giradischi SP10R.

I dettagli più precisi dell’SP10R ovviamente sono ancora sconosciuti. Si tratta di un prototipo di pre-produzione con ancora molti dettagli da definire.

SP10R

Dovrebbe ricalcare le impronte di quelli che furono i gloriosi SP-10MK2 (primo giradischi a trazione diretta in assoluto) immesso sul mercato nel 1975 e SP-10MK3 che nel 1981 ridefinì lo standard del giradischi per audiofili e professionisti.

Stando al comunicato stampa però possiamo dirvi che oltre al nuovo motore a trazione diretta privo di nucleo, e alla trazione con doppio rotore laterale, già presenti in SL-1200G, il nuovo giradischi Technics SP10R è anche dotato di bobine dello statore su entrambi i lati del rotore per incrementare la dinamica e l’accuratezza del suono.

Come per il SL-1200G, il pesante piatto da 7 kg è caratterizzato da una struttura a triplo strato in ottone, alluminio pressofuso e gomma isolante.

SP10R

Un altro punto di forza di questo giradischi sarà un nuovo alimentatore switching a bassissimo rumore, che, in teoria, dovrebbe rivelarsi molto più efficace nell’eliminare ronzii e vibrazioni rispetto a un’alimentazione classica a trasformatore.

L’intero blocco di alimentazione è separato dal  corpo del giradischi per prevenire la trasmissione di rumore indesiderato verso il giradischi stesso ed ottenere un suono ancora più dettagliato e nitido.

Collegato tramite un cavo, si pensa, proprietario alla parte meccanica del giradischi. Inoltre, Panasonic ha comunicato che tutte le soluzioni commerciali adottate all’epoca per gli SP10 MK2 e MK3 saranno compatibili con il nuovo SP10R.

Il prezzo ancora non è comunicato ma si parla di prodotti hi-end di altissima qualità destinati ad un pubblico di audiofili. Per cui sicuramente non sarà alla portata di tutti i portafogli.

Date uno sguardo ai sette migliori giradischi in commercio.