seven + 1 =

Ascolta in anteprima “Acropolis 02”. Un estratto da “Acropolis EP”, il prossimo lavoro discografico di Stanislav Tolkachev su 24/h.

A ottobre avevamo presentato 24/h, la nuova etichetta indipendente messa al mondo dal collettivo del Tempio Del Futuro Perduto di Milano, la nuova realtà che fa notizia in tutta la penisola grazie alle numerose iniziative promosse, dalle più creative alle più solidali. Un esempio è ciò che è accaduto per la colazione offerta agli automobilisti in cambio di un volantino (leggi articolo).

Il progetto di 24/h è, però, molto più di una semplice label discografica. Infatti, il team cerca di lanciare un nuovo modo di ascoltare, vivere e produrre musica. In che modo? Offrendo la possibilità agli artisti di registrare all’interno degli studi di registrazione che sorgono proprio tra le mura del Tempio.

Il primo produttore sul quale la label ha puntato l’attenzione è stato Stanislav Tolkachev. Artista unico dalla personalità conturbante e dal gusto musicale sopraffino. Il produttore ucraino infatti, ha realizzato “Acropolis EP” durante gli undici giorni di permanenza all’interno della struttura.

“Acropolis” EP, un disco capace di toccarti nel profondo…

Per il primo disco di 24/h Tolkachev ha firmato un EP composto da tre tracce. Di queste, due original mix e un remix realizzato da Marthial.

Tracklist:

  1. A1 – Acropolis 01
  2. A2 – Acropolis 01 (Marthial Remix)
  3. B2 – Acropolis 02

Stanislav Tolkachev

“Acropolis 01” è un brano degno della colonna sonora del film più psicopatico che voi possiate mai immaginare. La padronanza assurda della tecnica e degli strumenti, rende la prima traccia di questo EP dal timbro oscuro e tenebroso un piccolo capolavoro della musica elettronica.

La seconda traccia vede protagonista Marthial. Brillante produttore milanese, dj resident del Tempio Del Futuro Perduto e fondatore di 24/h. “Acropolis 2” parte con un ritmo ancor più coinvolgente, che invita l’ascoltatore ad aprire bene le orecchie e ballare un disco che reincarna in ogni singola battuta la vera techno.

Il terzo e ultimo brano “Acropolis 02”  è un altro prodotto tecnicamente perfetto, dallo stile unico e soprattutto indiscutibile di Tolkachev. Il mood promosso in questa traccia è sempre quello un po’ introverso, chiuso apparentemente al mondo, ma che in realtà aiuta il pubblico a intraprendere un viaggio nelle sensazioni più nascoste e travagliate del nostro animo.

L’artwork è stato realizzato con il bellissimo dipinto a cura di Valeriya Tarasenko, pittrice di successo e moglie di Stanislav.

“Acropolis EP” è disponibile dal 15 novembre ma in anteprima solo per i nostri lettori, è possibile ascoltare “Acropolis 02”.