− nine = one

Annunciati i nuovi artisti per Terraforma 2017, il festival giunto alla sua quarta edizione che si svolge a Villa Arconati dal 23 al 25 giugno 2017: permette a Milano di avvicinarsi a quei paesi che anno dopo anno sviluppano il concetto di esperienza musicale ecosostenibile.

Terraforma 2017 prodotto da Threes in collaborazione con la Fondazione Augusto Rancilio e di cui vi abbiamo ampiamente parlato QUI, arricchisce la sua line-up portando in Italia artisti che hanno da sempre fatto della sperimentazione la loro caratteristica principale.

Primo fra tutti spicca il nome di Wolfgang Voigt, fondatore dell’etichetta Kompact e pioniere della scena elettronica tedesca. Considerato uno dei padrini della minimal techno di Colonia, Voigt torna a produrre musica sotto lo pseudonimo GAS e si esibirà in Italia dopo l’uscita ad aprile di “Narkopop” (guarda QUI il trailer ufficiale), quinto album in studio dopo POP pubblicato nel 2000 su Mille Plateaux. I suoi quattro album realizzati sotto l’alias GAS sono stati prodotti manipolando campionamenti di musica classica, e sono distinti da sonorità che spaziano dalla ambient music alla techno.

Le sue creazioni sono in grado di unire minimalismo e poesia, attraversando i confini dell’astrazione sonora; stile che è stato definito nella sua biografia come “un corpo sonoro che spazia in qualche modo fra Wagner e i Kraftwerk” nonché “una marcia attraverso il sottobosco di un’immaginaria foresta dai confini non definiti.

Mala, altro pioniere ma della scena dubstep legata alla periferia sud di Londra, meglio conosciuto al pubblico come Digital Mystikz (duo composto da Mark Lawrence aka Mala e Dean Harris, in arte Coki) e proprietari della label DMZ.

La musicista e artista visuale newyorkese Aurora Halal, fondatrice del “Brooklyn’s Mutual Dreaming” e del “Sustain-Release” festival. Le sue produzioni attraversano le strade più futuriste della techno come dimostrato in una delle sue produzioni più significative, l’EP Passageway, uscito nel 2014 su Mutual Dream Recordings (la sua techno sognante e futuristica la puoi ascoltare nel massimo della sua espressione nel podcast 104 uscito su Smoke Machine nel 2015 QUI).

Il produttore Francesco De Bellis in arte L.U.C.A. (Francisco, Jollymusic), artista romano fondatore di Edizioni Mondo e considerato uno dei talenti più perentori e irregolari della club culture italiana dagli anni ’90 ad oggi.

Il musicista e manipolatore del suono Rashad Becker, ingegnere e guru del mastering berlinese che esordisce nel 2013 sulla PAN Records di Bill Kouligas con l’album “Traditional Music of Notional Speciese vol. 1”, un LP che venne classificato come “psychoacoustic music”, realizzato attraverso suoni pre-cognitivi dalle sintassi sconcertanti e estratte, fuori da ogni standard comune.

I nuovi artisti che si aggiungono ai nomi già annunciati qualche settimana fa come Andrew Weatherall, Suzanne Ciani, Arpanet di Gerald Donald (Drexciya, Dopplereffekt) e Laraaji, rendono più definita e chiara la prospettiva di ciò che ci aspetterà per Terraforma 2017, uno dei festival più attesi dell’anno.

Attesa che Terraforma 2017 e Carhartt WIP accorciano presentando un doppio showcase dell’evento berlinese Wax Treatment con il sound system Killasan: il prossimo 22 e 25 aprile, rispettivamente a BASE Milano e all’Ex Dogana di Roma, l’impianto audio dal suono unico al mondo arriverà per la prima volta nel nostro paese per essere suonato da alcuni dei suoi attuali “custodi” berlinesi e da altri artisti internazionali e italiani.

Dopo il sold out dei primi biglietti in offerta al prezzo speciale di 70 e 80 euro, tramite il servizio di biglietteria online Mailticket è ora possibile acquistare biglietti early bird a 90 euro per i tre giorni di Terraforma 2017 incluso il campeggio.

Sito Ufficale

Clicca QUI per info e tickets

TERRAFORMA 2017

Stefano Grossi