L’azienda olandese Miniot ha progettato “The Wheel”, l’ultima variante di giradischi non convenzionale. Talmente minimalista da avere semplicemente la forma del disco che ruota.

Il nuovo “The Wheel” è decisamente l’ultima trovata originale in ambito giradischi. Negli ultimi anni sono nati giradischi veramente di ogni forma e tipologia, da quelli verticali come il Gramovox o gli Auna, a quelli fluttuanti come il MAG-LEV, dai più minimali ai più completi e costosi particolarmente rivolti al pubblico audiofilo, come i discussi e osannati Technics SL-1200 nuovi. A parte questi ultimi, molti di questi progetti e in particolar modo quelli più “underground”, vengono spesso finanziati tramite campagne Kickstarter e non di rado riescono a raggiungere il loro obbiettivo proprio grazie all’attenzione che un’idea originale può suscitare.

L’ultima novità proveniente dal noto sito di crowdfunding si chiama “The Wheel” e promette di far suonare i vostri dischi tramite un unico supporto posto direttamente sotto il disco, senza interferenze visive date da braccetti, pulsanti o cavi di connessione.

L’immagine che ne risulta a primo impatto è quindi quella del singolo disco che ruota senza che nessun supporto sia visibile, nemmeno la classica puntina poggiata sopra. Per far ciò, tutti i componenti si trovano nel corpo inferiore, incluso il blocco puntina, non sostituibile, marchiato Audio Technica AT95E, al quale spetta lo strano compito di riprodurre il disco ponendosi al di sotto di esso.

the wheel

Il progetto è nato dal gruppo olandese Mioniot. E l’ultima tra le più particolari varianti di giradischi progettati ultimamente. “The Wheel” ha già ampiamente superato l’obiettivo di 170.000€ con due settimane ancora disponibili per finanziarlo. Se siete interessati a vederlo “all’opera”, QUI trovate il video ufficiale, con il progetto descritto e presentato dagli inventori stessi.

Per saperne di più ed eventualmente per voler contribuire economicamente al progetto, ecco il link al progetto Kickstarter.

Franco Amadio