82 − = eighty

Accade a Tokyo, dove il consiglio cittadino ha deciso di investire nei club e nelle iniziative di arte in città.

Il consiglio cittadino della capitale Giapponese ha recentemente approvato un provvedimento che sancirà la possibilità di ottenere sovvenzioni per eventi artistici e culturali strettamente legati al mondo notturno.

Tokyo è di fatti  un passo avanti, una città dinamica e culturalmente aperta che ha sempre considerato le attività artistiche come vero e proprio patrimonio protetto.

Dallo storico Yellow club, all’Air vivo ormai solo nel ricordo dei giapponesi, fino al Vent club più moderno che fa notizia in tutto il mondo.

Sono innumerevoli i locali che negli anni si sono avvicendati nella capitale, sempre tutelati da normative a sostegno dell’impatto artistico sulla città.

Ma se al momento in Europa assistiamo, ad unica esclusione del Regno Unito a meccanismi burocratici che ostacolano de facto la vita notturna, tutto il contrario avviene nella terra del Sol levante.

Con la nuova iniziativa dal nome “Nightlife Tourism Promotion Grant”, che si traduce come sovvenzione e promozione del turismo notturno, avanzata dal consiglio comunale della città e dalla “Tokyo Tourism Foundation” sarà possibile ottenere dei prestiti fino a un miliardo di yen.

L’obbiettivo è  molto semplice: Rendere Tokyo fruibile ai turisti 24/7, offrendo proposte artistiche illimitate.

Il provvedimento mira in prima istanza a finanziare e a sostenere parte dei costi dell’attuale vita notturna della capitale nipponica.

Nel particolare, i locali che ospitano regolarmente eventi durante tutto l’anno, generalmente dal tramonto in poi, verranno  sovvenzionati per i due terzi del costo dei loro progetti, fino ad 1 miliardo di yen per sovvenzione .

Ma ancor più interessante è l’obbiettivo da parte della Tokyo Tourist Foundation di implementare l’attività notturna in determinate zone della città, con finanziamenti a collettivi locali per la promozione di eventi e per l’ apertura di nuovi locali, con il chiaro scopo di incoraggiare l’affluenza di turisti dopo il calar del sole.

Ancora una una volta i progetti saranno finanziati per i due terzi del costo totale fino a 5 milioni di yen.

I moduli per i richiedenti sono già online sul sito della Tokyo tourism Foundation e sarà possibile fare domanda fino al 19 luglio.

Marco Davì