two + four =

ultra music festival-day 1-parkett

PARTY di Alessandro Cocco

Ieri siete stati tantissimi a seguire l’Ultra Music Festival in streaming su Parkett. Ma oggi si torna in pista, alle dalle h 20.00 torneremo a Miami per trasmettervi il Day 2.

 

Ieri, dopo una frenetica attesa, interrotta dalla news improvvisa dei ricoveri di Avicii e Afrojack, finalmente ieri sera alle 21:00 italiane è iniziato l’Ultra Music Festival 2014. La diretta si è aperta con il djset dei Chainsmokers sul main stage.  Il duo ha suonato molta musica bigroom, davanti ad un floor ancora non pienissimo. Sicuramente non hanno eccelso in tecnica e mix.

Lo sfondo di Miami ,colorata dal sole del pomeriggio, toglie il fiato anche guardandolo dallo streaming.

Cambia totalmente il discorso quando la diretta si sposta sul djset di 3Lau, criticato online in quanto sta probabilmente mixando in autosync (non indossa le cuffie), stupisce veramente gli appassionati dell’edm commerciale. Pezzi pop storici ri-editati in chiave electro alternati a pezzi elettronici storici. Si inizia a creare quel viaggio musicale tipico di questo tipo di eventi.

Il discorso si fa serio col passare del tempo e sulla console della Megastructure sale un certo Maceo Plex, il suo suono deep e underground sveglia finalmente il floor dell’ultra e il delirio è totale  (click qui per scaricare il suo djset)

Abbiamo ormai oltrepassato il centro del Day 1 e sul Main Stage sale Eric Prydz che non delude mai le aspettative. Electro di grande classe, un djset sopra le aspettative come l’anno scorso, ci rincuora il fatto che non tirino solo le tracce commerciali. In grande stile suona la sua “Pjanoo” in chiusura di set. Tecnica, selezione e sound veramente da gran maestro (click qui per scaricare il suo djset).

Mentre sul Main Stage gli ultimi due djset sono lasciati agli artisti più melodici e trance, parliamo di due big del genere come Kaskade e Tiesto, in Megastructure inizia il djset del gigante buono Carl Cox (click qui per scaricare il suo djset) che come ci ha abituati sembra un disco che dura tutto il set vista la sua incredibile classe.

Aspettiamo questa sera per goderci anche il Day 2.

Alessandro Cocco