one + 7 =

John Tejada presenta “Year of the living dead”, il suo nuovo lavoro da solista, il quinto sulla label Kompakt Records.

Una carriera nel campo della musica che dura da più di venticinque anni quella di John Tejada, compositore, dj e producer nato a Vienna e cresciuto a Los Angeles, figlio di un direttore d’orchestra e di un soprano lirico che oggi annuncia la sua prossima uscita in collaborazione con la storica etichetta di Colonia.
La produzione al nuovo album è cominciata ad inizio 2020 ed è continuata durante tutto il lockdown. Sarà proprio questo periodo di distanziamento sociale a caratterizzare il suono dell’ultimo lavoro da solista di John Tejada: atmosfere malinconiche, con groove dub e break meticolosamente studiati, il tutto arrangiato con raffinate texture melodiche mai scontate.

“Non essere in grado di vedere o toccare le persone amate, mi fa sentire come se fossimo tutti dei fantasmi. Possiamo osservare da lontano, ma non possiamo essere li veramente. Siamo isolati e soli”.

Sono queste le parole con cui Tejada descrive il suo stato d’animo durante la scrittura di “Year of the living dead”.

Il disco, si caratterizza per un perfetto equilibrio tra vecchio e nuovo, con sonorità e generi già proposti dall’artista nei suoi lavori precedenti rielaborati in una chiave del tutto inedita. Per la produzione vengono infatti utilizzate apparecchiature e strumentazioni nuove, tanto che è lo stesso John ad ammettere che ha avuto bisogno di un po’ di tempo per perfezionare la tecnica di utilizzo. Ed è proprio il fatto di dovere imparare nuovamente alcuni concetti base che ha fornito all’artista la spinta creativa che contraddistingue le otto tracce.

Year Of The Living Dead è il quinto lavoro di John Tejada su etichetta Kompakt e verrà distribuito ufficialmente il 26 febbraio. Sul sito ufficiale di Kompakt Records è già possibile effettuare il pre-order cliccando QUI.

Tracklist

1. The Haunting of Earth
2. Sheltered
3. Eidolon
4. Echoes Of Life
5. Spectral Progressions
6. Abbot of Burton
7. Panacea
8. Anchorites

 

Andrea Milano