23 − = seventeen

L’Afterlife party si terrà il 16 giugno di quest’anno. Al centro i Tale of Us, il duo italiano fondatore dell’omonima label, il contorno invece, di tutto rispetto, con alcuni dei nomi più illustri della scena elettronica attuale.

L’Afterlife party, che è andato sold-out i passati due anni in Plaza Mayor del Poble Espanyol, non può non venire riproposto. Quest’anno in una location ancora più grande e suggestiva, vista la dimensione e l’attenzione che ha attirato verso di se, si terrà al Parc del Fòrum, nel cuore della movida del capoluogo catalano.

L’Afterlife party ha una storia breve, ma ricca di elementi che hanno impressionato e riempito le location in questi anni. Primo tra gli altri è la line-up, i nomi sono i primi a richiamare l’attenzione di tutti e ogni anno, quelli proposti, sono stati tra i migliori nel loro genere.

I nomi per proporre un certo livello di qualità non bastano da soli per rendere un evento memorabile. Di certo contribuiscono ad aumentare gli incassi, ma l’aspetto epico viene sempre rispettato, la techno proposta è sempre una delle più sperimentali ed eclettiche.

“An odyssey through the realm of consciousness”
Questo è il motto che accompagna l’Afterlife party da diversi anni ed è ciò a cui l’evento realmente aspira. Si avventureranno nell’odissea quest’anno 11 artisti, oltre ai già citati Tale of Us vedremo protagonisti:
Maceo Plex, Mano le Tough, Marcel Dettmann, Mind Against, Patrice Baumel, Rodhad e Tijana T
Per 4 artisti è prevista un’esibizione live: KiNK, Recondite, Stephan Bodzin e Woo York.
Qui potrete trovare la pagina Facebook dell’evento, mentre se volete acquistare direttamente i ticket li trovate Qui.