+ seventy seven = eighty two

Il Burning Man avrà un enorme sfera di oltre 25 metri come punto di riferimento nel deserto del Nevada per le migliaia di partecipanti in arrivo da ogni dove. In pratica, una gigantesca disco ball di nome “The Orb”.

L’eccentrico festival che si tiene a cadenza annuale da oltre 30 anni avrà una “stella cometa sferica” che indicherà la sua posizione. Una gigantesca palla specchiata denominata The Orb di oltre 25 metri verrà posizionata in altezza, supportata da un montante inclinato di circa 32 metri.

Verrà costruita da un gruppo di artisti e architetti guidati dai danesi Bjarke Ingels e Jakob Lange. La struttura è essenzialmente una palla da discoteca gonfiabile di 30 tonnellate ridimensionata a 1:500.000 della superficie terrestre.

TheOrb

The Orb

I progettisti raccontano:

“The Orb è uno specchio per gli amanti della terra, riflette il passare del tempo, la vita in evoluzione”

Altre interpretazioni potranno essere comunque date: un nuovo pianeta per gli appassionati di fantascienza, un faro per i viaggiatori o semplicemente un’enorme palla da discoteca per chi ama una bella festa!”

“Visibile dalla maggior parte della Playa(la location del festival), aiuterà i Burner a navigare nel deserto e trovare la via. Anche di notte, The Orb si fonderà completamente nel suo ambiente e diventerà parte del deserto. The Orb è un tributo a madre terra e all’espressione umana. Progettato facilmente per essere gonfiato e sgonfiato, non lascerà tracce sulla Playa”

Secondo la pagina crowdfunding indegogo del progetto gli artisti hanno fondi per la maggior parte dei materiali, per il lavoro di saldatura e cucito della sfera. Ora servono $ 50.000 per terminare il progetto e garantire una spedizione sicura dello stesso. Sulla stessa pagina è inoltre possibile visualizzare tutti i dettagli tecnici della costruzione.

Di seguito è possibile vedere un rendering del progetto:

Qui maggiori dettagli per il Burning Man 2018.