“Cassy 004” è il convinto ritorno di Catherine Britton, in arte Cassy, sulla propria etichetta. Era dal 2010, infatti, che mancava “da casa”.

Non si può certo dire che Cassy sia un’artista pressapochista. Se c’è una cosa che non è mai mancata nella sua carriera, e che l’ha resa una delle figure più importanti della musica elettronica britannica e internazionale, è proprio la cura per i dettagli e l’amore per la ricerca sonora. Pregio tipico, questo, di tutti quegli artisti che riescono a fondere sapientemente suoni diversi, a volte tipici di generi diametralmente opposti.

In questo suo ultimo lavoro, dal titolo “Cassy 004“, Catherine si è inerpicata lungo il lato più crudo e buio della sua personalità artistica. È la presentazione stessa dell’EP a confermare quello che è evidente già ad un primo e disattento ascolto:

(Cassy 004, ndr) incapsula perfettamente il suono ipnotico ed elegante dell’estremità più dura dei suoi set.”

Le tre tracce, dichiaratamente orientate al dancefloor, sembrano essere l’esatta definizione di Deep Techno. La linea di basso si mantiene sempre robusta e profonda, specialmente nella traccia d’apertura, “One“. Le melodie sono ipnotiche, così come le parti vocali. Il risultato generale è un disco decisamente adatto alle borse dei dj, ma approfondiamo l’analisi.

“One” ha il sapore di un viaggio buio, dai contorni ben poco definiti. L’ascoltatore è intrappolato da un beat roccioso e convincente fin dal primo secondo. La successiva commistione tra melodia, suoni vocali e hi hat  non fa altro che trascinarlo in un’esperienza ancor più magnetica, che lo accompagna fino alla morbida conclusione della traccia.

Two” è un brano dal più facile ascolto e notevolmente più accattivante. Senza ombra di dubbio è la produzione più vicina alle esigenze della pista da ballo confezionata da Cassy in questo EP. Il beat a 4/4 la fa da padrone, il basso è estremamente profondo e ovattato, suoni e voci sono molto più catchy e orecchiabili. È questa la traccia che rende “Cassy 004” particolarmente adatto alle borse di artisti di diversi generi.

A chiudere il disco è il reshape di “One”, una traccia che, se vogliamo, unisce le caratteristiche delle due precedenti. “One (Cassy Reshape)“, infatti, dà un tocco fresco e più “commerciale” al particolare brano di apertura dell’EP. Si tratta, sostanzialmente, della rivisitazione di “One” in una chiave orientata al club. Un ottimo compromesso tra un’ottica di puro ascolto e un’ottica che guarda alla logica del locale.

Era dal 2010 che Cassy non pubblicava materiale sulla propria etichetta. Del resto, è stata lei stessa a dichiarare di non aver alcuna esigenza di pubblicazione di sorta. Vuole che la label sia una semplice piattaforma sporadicamente destinata alle sue produzioni personali. Nel frattempo, l’anno scorso ha fatto uscire su Aus Music “Donna“, il suo primo album e il lavoro più importante della sua carriera fino a questo momento.

“Cassy 004” è uscito lo scorso 15 settembre in formato digitale e in vinile.

Tracklist:

A1 One
A2 Two
B1 One (Cassy Reshape)