+ eighty six = 92

La ripartenza della scena del clubbing in Italia passa per una start up. TicketSms, una nuova app nata per garantire eventi in sicurezza covid free gestirà il sistema di ticketing attraverso un preventivo controllo degli accessi.
Un vero e proprio green pass digitale che garantirà a tutto il settore dell’eventistica di ripartire e che sarà messo presto alla prova.

Pochi giorni fa il governo italiano ha approvato il decreto c.d. “sostegni bis”, stanziando 40 miliardi di euro per aiutare i lavoratori e le aziende colpite dalla pandemia.
Tra le molte misure incluse nel decreto ce ne sono alcune che riguardano i 43 mila lavoratori dello spettacolo.

Le proposte che secondo il ministro della cultura Franceschini rappresentano “un nuovo sistema di welfare” per il settore, non hanno tuttavia incontrato il favore degli addetti ai lavori organizzati in coordinamenti spontanei come “La musica che gira” – composto da lavoratori, artisti, imprenditori e professionisti della musica – e il movimento dei “Bauli in piazza”, celebre per le manifestazioni degli ultimi mesi a Milano e a Roma.

I due collettivi, che radunano artisti ed addetti ai lavori del comparto hanno criticato le misure del governo. In particolare, la prima l’ha definito come “l’ennesima toppa a un paio di scarpe che oltre a essere rotte sono anche troppo strette”.
Grande assente nelle misure del governo è, ancora una volta, il mondo della notte, lacerato dalle sue solite contraddizioni e condannato quasi all’unanimità ormai come unico capro espiatorio senza possibilità di appello. Escluse da ogni ipotesi di riapertura, a dispetto di diversi esperimenti svolti con esito positivo all’estero, le realtà del clubbing attendono ormai da oltre un anno un qualsiasi segnale per provare a ripartire sulla base di regole che siano quanto meno chiare ancorché stringenti.

Di fronte al silenzio delle istituzioni, le iniziative più interessanti volte a colmare il gap tra l’esigenza di coniugare la sicurezza e la salute con la necessaria ripartenza arrivano dal basso. Una start up bolognese chiamata TicketSms ha creato un’ app che consente di poter organizzare eventi covid free in sicurezza: attraverso l’app, infatti, sarà possibile acquistare normalmente i ticket per l’ingresso alle serata ma sarà possibile utilizzarli accompagnati dal relativo QR Code solo quando sarà associato ad un tampone negativo effettuato nelle 36 ore precedenti l’evento. Si tratta quindi di un servizio che una volta testato con esito favorevole sarà assimilabile al concetto di green pass in via di definizione in ambito comunitario, valevole per i viaggi e gli spostamenti ma adottato anche in alcuni progetti pilota sperimentati con esiti incoraggianti in altri paesi europei.

Nel caso in cui il tampone non sia stato effettuato il biglietto non verrà invece sbloccato e non sarà dunque possibile partecipare; in caso di tampone positivo il sistema non memorizzerà alcun dato; all’ingresso all’evento si dovrà esibire solamente il codice QR del biglietto TicketSms, evitando così controlli multipli e velocizzando le eventuali code.

covid free

Dematerializzato, paperless e anche a prova di frode (in quanto impresa di ticketing certificata SIAE) il servizio innovativo messo a disposizione da TicketSms nelle intenzioni dovrebbe venire incontro non soltanto alle esigenze del pubblico che acquista il biglietto online, lo riceve via sms e attraverso la scansione immediata del codice QR può accedere velocemente alla venue senza alcun contatto fisico, ma anche agli organizzatori che sarebbero aiutati nel monitorare le vendite, l’afflusso delle persone e a garantire che gli eventi siano covid-free
Il tampone potrà essere fatto in una delle tante farmacie o centri di analisi convenzionati con Mitiga (piattaforma che permette in modo rapido e standardizzato di documentare il COVID status, partner di TicketSms in questa iniziativa), o anche in altri hub che saranno comunicati via app.

La nuova applicazione sarà testata quanto prima, tuttavia, i due eventi pilota già annunciati, in programma a Gallipoli e Milano, ad oggi non sono stati confermati e rischiano di essere posticipati a nuova data.

L’iniziativa che va nella direzione di garantire uno strumento efficace per la gestione degli eventi, è fortemente sostenuta dalla Silb-Fipe, l’associazione italiana imprese ed intrattenimento, dal Sils, il sindacato dei lavoratori dello spettacolo, dalla Club Festival Commission (CFC) e dall’associazione dei Dj (A-Dj).

Siamo orgogliosi di partecipare a questo esperimento scientifico, lavoriamo con gli eventi e permettere a tutti di ritrovarsi in sicurezza è una nostra priorità”, commenta Andrea Vitali founder di TicketSms insieme a Omar Riahl. “Questo protocollo raccoglie solamente i dati necessari per partecipare all’evento in sicurezza, permettendo di essere in linea con le norme attuali riguardanti la tracciabilità dei partecipanti in caso di esposizione al Coronavirus. La privacy dei dati degli utenti è garantita. Le uniche informazioni che verranno scambiate tra TicketSms e Mitiga saranno quelle relative alla verifica sanitaria. Finalmente si potrà tornare a vivere i grandi eventi in totale sicurezza”.

Ci auguriamo che possano essere presto sciolti i nodi al vaglio del Cts e del Governo affinchè si possa procedere quanto prima con la sperimentazione di quello che nelle intenzioni appare come un modello già sperimentato con buon esito in contesti analoghi in Europa.