+ two = five

Dopo più di due anni di fermo, lo storico locale olandese annuncia la sua temporanea riapertura prevista da settembre fino a gennaio 2024.

Durante il periodo della pandemia, molti di noi hanno sentito un forte sentimento di nostalgia verso quell’atmosfera unica che i nostri locali preferiti rilasciavano per alleggerire la quotidianità che ci attanagliava. L’idea di poter ritornare a godere sani momenti di condivisione musicale era forse l’unico motivo a darci la forza per reagire ad una situazione molto delicata. Purtroppo però, il lungo periodo di fermo, non solo ha colpito le persone, ma anche molti locali che hanno visto chiudersi davanti qualsiasi possibilità per ritornare alla normalità.

Uno di questi è il famoso “De School” di Amsterdam che, nel marzo 2022, ha annunciato la chiusura dello spazio dedicato al mondo del clubbing. La causa principale è sicuramente la mancata sicurezza economica necessaria per portare avanti un’attività simile. Che si aggiunge ad una serie di accuse (in particolare di razzismo e violenza sessuale) che hanno spinto il locale olandese in un periodo decisamente turbolento.

Fortunatamente, però, arrivano buone notizie. A seguito di un comunicato stampa rilasciato sul sito ufficiale del locale, il De School annuncia la sua riapertura prevista per il 2022.

Il nuovo direttore, Erldan Kiran, in una recente intervista ha dichiarato:

“C’era un enorme bisogno di scavare in profondità per scoprire i problemi, creare una struttura e avere conversazioni dolorose ma necessarie conversazioni per creare un ambiente di fiducia per i nostri dipendenti, visitatori, artisti e tutti coloro che fanno parte di questo luogo […] abbiamo trascorso l’ultimo anno con questa consapevolezza, ascoltando molte delle persone coinvolte e colpite, concentrandoci sulla nostra responsabilità nei confronti della comunità e creando strutture nuove e tanto necessarie… D’ora in poi dovremo mostrare cosa abbiamo imparato.”

Insomma, possiamo quindi dedurre che anche in periodi di crisi non solo la speranza, ma anche la musica, è l’ultima ad arrendersi. Il locale ha annunciato quindi il suo temporaneo ritorno alla normalità, con una deadline fissata per il 2024 nella speranza di poter prolungare questo periodo e di (ri)cominciare, finalmente, ad assaporare l’aroma dei BPM. Per tutte le informazioni utili vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del club QUI.