− two = 2

Auguri per altri cento anni di carriera a Dj Pierre, un vero pioniere della musica elettronica.

Nathaniel Pierre Jones, meglio conosciuto come Dj Pierre, nasce a Chicago il 12 Luglio del 1965. Si avvicina alla musica sin da bambino, ma inizia a sperimentare i suoni elettronici solo dopo qualche anno, insieme ad alcuni amici.

Dj Pierre

Insieme a due pietre miliari dell’House Music americana, Earl “Spanky” Smith Jr. e Herbert “Herb J” Jackson, crea il progetto Phuture, destinato a diventare la base della corrente acid house.

Il nome del genere, infatti, si deve alla descrizione che lo stesso Pierre diede ai suoni della Roland TB-303 e, soprattutto, al nome della prima pubblicazione ufficiale come Phuture: Acid Tracks, rilasciata nel 1987.

La storia procede come segue: Pierre e Spanky suonavano al club del DJ Ron Hardy, chiamato Muzic Box. La loro prima produzione (Acid Tracks, per l’appunto), fu suonata più volte dallo stesso Hardy nella stessa sera in cui uscì dallo studio di registrazione, con il nome originale di “In Your Mind”.

Il battesimo del gruppo, dunque, avvenne proprio quella fumosa notte. Da allora, i due non si sono mai più fermati e ancora oggi continuano a produrre tracce ed esportare il loro suono in tutto il mondo.

La carriera di Dj Pierre, dunque, inizia ancora prima che il compianto Frankie Knuckles creasse il mix di suoni che poi sarebbe stata definita House Music.

Dj Pierre, nel mondo della produzione con vari alias, come ad esempio One Screaming Idiot, P-Ditty, Pfantasia, Photon Inc., Phugitive, Phuture Scope, Pierre’s Pfantasy Club, Raving Lunatics, ha sperimentato varie mansioni nella sua lunga esperienza.

Dopo essere stato per molto tempo a Chicago, infatti, si trasferì a New York, dove lavorò insieme a Gladys Pizarro come A&R della leggendaria Strictly Rhythm Records.  Il motivo di questo spostamento era il puro e semplice prosieguo della sua attività. Chicago era ormai diventato un luogo in cui l’house music stava rallentando, mentre la grande mela era in piena ascesa.

Quale occasione migliore, dunque, per continuare ad esprimere il proprio genio se non quella di fare le valigie e partire? Difficile immaginarlo. Sta di fatto che la scelta si rivelò esatta: il periodo newyorkese vede Pierre rilasciare grandi classici, come Generate Power (con l’alias Photon Inc.) oppure The Horn Song (sotto l’elegante nome di The Don)

Il passato non è più luminoso del tempo presente. Dj Pierre ha contribuito in maniera determinante a quella che oggi è l’ampiezza della scena musicale elettronica, specialmente per quanto concerne gli Stati Uniti, ed ancora oggi gira il mondo con i suoi eclettici suoni e il suo inconfondibile tocco sui piatti.

Non possiamo, quindi, non augurare uno splendido compleanno al nostro Nathaniel, con il sostegno che solo i fan dell’elettronica possono dare ad un idolo come lui.

Tanti Auguri, Dj Pierre!