nine + one =

Il 12 di giugno e il 10 di luglio Electropark Exchanges 2018 ritorna al Teatro Franco Parenti di Milano con il progetto Kuroshio di Philip Jeck e la performance di Jace Clayton.

Dopo la presentazione dell’album Reassemblage di Visible Cloaks (Spencer Dorna e Ryan Carlile) avvenuta il 15 di maggio come appuntamento di apertura di questa terza edizione di Electropark Exchanges 2018, il 12 di giugno e il 10 di luglio ad esibirsi all’interno degli spazi della meravigliosa cornice del teatro Franco Parenti, saranno due degli artisti più innovativi della scena sperimentale odierna.

Artisti capaci di interagire attraverso le loro performance e generare una simbiosi tra la loro arte e la location che li ospita, che in questa edizione sarà indirizzata ad un pubblico rigorosamente seduto.

Da non perdere il 12 di giugno sarà lo spettacolo audio visivo sperimentale Kuroshio: un inedito progetto nato dalla collaborazione tra il musicista inglese Philip Jeck, il regista Karl Lemieux (membro della band post-punk Godspeed You! Black Emperor) e la video artist Michaela Grill (Carte Noire, Kilvo, Into the Great White Open).

Philip Jeck è considerato dal mondo accademico (e non solo) un geniale e rivoluzionario musicista con una spiccata abilità nel manipolare e sperimentare con le arti sonore e visive fin dagli anni settanta. Nella sua lunga carriera ha collaborato con teatri e compagnie di danza oltre ad aver rilasciato undici album da solista.

Artista visionario con sede a Liverpool e studioso di Visual Art al Dartington College of Arts, pubblica il suo primo progetto d’avanguardia nel lontano 1995 su Touch Records dal titolo Loopholes. Monumentale innovatore, Philip ha passato la vita studiando il decadimento sonoro attraverso l’alterazione del vinile e il suo utilizzo fuori dagli schemi musicali ordinari.

Il progetto Kuroshio portato in anteprima a Milano, sarà presentato come una performance interamente improvvisata. L’interpretazione sonora ambientale sarà in grado di trasportare gli ascoltatori nella quiete di un mondo post apocalittico, dove dopo un lungo inverno nucleare regnerà solo una distesa infinita di monotona ma affascinante e riflessiva solitudine.

Insieme i musicisti misceleranno l’utilizzo di apparecchiature analogiche, come pellicole cinematografiche e giradischi, con il supporto di effetti sonori e visivi appartenenti invece all’universo digitale. Lavoro che risulta essere erede di quello che nel 1993 permise a Philip Jeck di passare alla storia per aver creato una performance chiamata Vinyl Requiem; nel quale adoperò 12 proiettori, 180 giradischi e 2 proiettori cinematografici contemporaneamente.

Ascolta qui l’incredibile Live Set registrato nel 2015 dove emergono le affascinanti ambientazioni create da Philip Jeck.

Qui il link dell’evento.

Ad esibirsi il 10 di luglio ci sarà invece un’altro monumento della ricerca musicale: il compositore Jace Clayton.

Artista con base a Manhattan, Clayton porterà a Milano The Julius Eastman Memorial Dinner. Una performance realizzata e didicata alla memoria del pianista newyorkese scomparso prematuramente nel 1990, e che è in grado di unire i suoni appartenenti all’universo dell’elettronica, con le sonorità classiche del pianoforte.

Jace Clayton è un musicista idealista conosciuto al pubblico anche con lo pseudonimo di DJ/rupture. Tra i suoi lavori ricordiamo il mixtape Gold Teeth Thief rilascato nel 2001 ed entrato tra i “50 Records of the Year” secondo The Wire. Mentre nel 2016 scrisse una lucida riflessione su cosa sia diventata la musica nel XXI secolo nel suo libro “Uproot: Travels in 21st-Century Music and Digital Culture”. Diventato un cult.

Quello proposto sarà un’arrangiamento di due delle opere più importanti di Julius Eastman: Evil Nigger e Gay Guerrilla, composizioni in cui Jace Clayton processerà live le note puntigliose dei pianoforti suonati da David Friend ed Emily Manzo, affiancati dalla vocalist Arooji Afta.

Il risultato sarà un affascinante approfondimento sulla vita fuori dagli schemi di un grande artista, da parte di uno dei compositori più interessanti ed eclettici del panorama elettronico odierno.

Guarda qui il trailer di The Julius Eastman Memorial Dinner eseguita al MoMA il 21 aprile del 2013.

Puoi acquistare i biglietti per l’esibizione di Philip Jeck del 12 di giugno QUI o nel sito di Exchanges 2018. Oppure recarti direttamente presso la biglietteria del Teatro Franco Parenti in via Pier Lombardo 14 a Milano.

Segui qui tutti gli aggiornamenti sulla pagina Facebook ufficiale di Electropark Exchanges.