92 − ninety =

Sam Shepherd, meglio conosciuto come Floating Points, ha trovato ispirazione per il suo nuovo album “Crush” mentre sosteneva The xx in tour nel 2017.

 

Floating Points pubblicherà il suo secondo album, “Crush“, con l’etichetta londinese Ninja Tune il prossimo 18 ottobre . L’album presenta il singolo “LesAlpx”, pubblicato a giugno, insieme ad altre 11 nuove tracce.

Contrariamente all’album di debutto di Sam Shepherd (vero nome di Floating Points), “Elaenia” del 2015, “Crush” è stato realizzato nel corso di cinque settimane e ispirato all’improvvisazione durante i suoi set a sostegno di The xx nel 2017, secondo il comunicato stampa che ha rilasciato alle testate giornaliste britanniche.

Shepherd pensava che avrebbe suonato musica “davvero melodica e di costruzione lenta“, ma invece era “una delle musiche più ottuse e aggressive che io abbia mai fatto, di fronte a 20.000 persone .. era liberatorio“, ha affermato. Dopo un periodo di tournée con un ensemble dal vivo, ha deciso di esibirsi in solitaria accompagnato dal sintetizzatore Buchla.

Floating Points presenterà in anteprima un nuovo spettacolo dal vivo in tutte le date del tour questo autunno e l’Italia sarà una delle sue tappe predilette. In passato, il musicista, ha collaborato con Hamill Industries, l’alias di Pablo Barquín e Anna Diaz, le cui “tecnologie laser reattive” erano presenti nei suoi precedenti tour.

All’inizio di quest’anno, Shepherd ha pubblicato due mix: un live mix a doppia cassetta per Far Away Tapes e l’ultima edizione di LateNightTales.

Prossimi eventi in Italia:

dom, 08 set 2019 /

Ricci Weekender 2019 at Radice PuraSicily

ven, 27 set 2019 /

I Want To Like You But I Find It Difficult at Fondazione PradaMilan

Guarda il video di “LesAlpx”