73 − = sixty eight

Il veterano dj tedesco Henrik Schwarz, nonché compositore di successo con oltre 100 release alle spalle, torna nella scena musicale elettronica con “Together”, nuovo EP in uscita su Innervisions.

Henrik Schwarz è un artista che inizia a muovere i suoi primi passi nella musica negli anni ’90 con un sound Hip Hop, producendo bassi profondi e decisi che lo accompagneranno per tutto il resto della sua carriera. Dall’Hip Hop all’House, rilasciando musica per etichette come la Warner Music, il filo conduttore rimarrà lo stesso: la sperimentazione. Henrik Schwarz con il suo sound infatti non ha mai smesso di inseguire il disordine per creare situazioni nuove ed imprevedibili.

Nei suoi celebri live, il computer è un compagno fedele di viaggio che gli permette non solo di inseguire gli schemi fissi del 4/4, ma anche di provare nuove ed affascinanti sonorità. La sua musica, difatti potrebbe essere definita come una connessione perpetua tra generi e mondi differenti. Dopo il suo remix a “Kuar” di Emmanuel Jaar ri-edito da Innervisions per il suo decennale, Schwarz torna impetuosamente sulla scena con “Together”, un disco che ripropone il suo amore viscerale per il corale.

L’EP, in uscita su Innervisions, celebre label di Dixon e Âme, incarna perfettamente lo stile di Henrik Schwarz. La prima traccia “Come Together” infatti, ci propone un classico beat house melanconico, circondato da cori ecclesiastici cupi e ripetitivi che catturano la scena e armonizzano riproponendo sfumature sacre luterane.

“Omnibus” invece, seconda traccia dell’EP IV92, è caratterizzata da bassi arpeggiati progressivi, keys e leads raggianti dal groove dinamico e deciso, perfetto per il dancefloor di un club. Ominbus è una buona rappresentazione dello stato attuale della dance music: una traccia da pista, coinvolgente, capace di far ballare anche i meno appassionati. Per rileggere la nostra intervista a Henrik Schwarz potete cliccare QUI, mentre il il pre-order del disco lo troverete QUI.

Andrea Ghidorzi